Collezionismo & Dintorni

Le ultime notizie dal mondo dell'arte e del collezionismo
Marisa Graziati, amministratore unico di F/ART

Arte&Impresa: F/ART, l’azienda che dà luce alle idee degli artisti

di

Nata nel 1945 a Treviso, F/ART è leader internazionale nell’ambito della produzione di trasformatori per lampade al neon. Da sempre legata al mondo dell’arte, nel 2017 ha lanciato un nuovo progetto per offrire una serie di servizi dedicati al supporto tecnico e assistenza alla realizzazione di Pezzi Unici, Multipli d’Arte e Serie Limitate di Design di Artisti e Designers, affermati o emergenti e nel futuro sogna di creare in futuro una Fondazione per collezionare opere a neon, vintage o moderne.

Leggi Tutto
Due donne Afghane lavorano, insieme, alla realizzazione di una mappa di Alighiero Boetti. Foto: Randi Malkin Steinberger. Courtesy: Fowler Museum.

Arte: conta più la mano o la mente?

di

Come nell’antichità, anche molti artisti contemporanei si avvalgono di aiuti o maestranze per la creazione di alcune loro opere. Come comportarsi davanti a lavori prodotti non direttamente dall’artista, in una o più unità? Come varia (se varia) il loro valore artistico e di mercato? Un tema lungo e difficile che iniziamo ad affrontare in questo primo articolo.

Leggi Tutto
Particolare del rendering fotografico per “Post Zang Tumb Tuuum” (Fondazione Prada, Milano, 2018) Filippo Tommaso Marinetti nella sua casa (da "Wiener Illustrierte Zeitung" e "Berliner Illustrierte Zeitung", 1934) con sullo sfondo "Dinamismo di un footballer" di Umberto Boccioni, 1913. Ullstein Bild / Archivi Alinari © 2017. Digital Image, The Museum of Modern Art, New York / Scala, Firenze

Da vedere a febbraio: le mostre in galleria (e non solo) che non dovete perdervi

di

Da Milano, dove la Fondazione Prada inaugura “Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918-1943” a Napoli, dove il PAN ospita il fotografo Giorgio Cutini. Passando per l’omaggio di 10 A.M. Art Gallery a Franco Grignani a 110 anni dalla sua nascita. Senza dimenticare Davide Benati che torna ad esporre in Italia dopo 13 anni, un Alighiero Boetti molto particolare da DepArt e la bi-personale di Marco Bagnoli e Remo Salvadori alla Galleria Christian Stein. Fino ad arrivare alla prima personale italiana di Simon Linke. Ecco le 10 mostre da mettere in agenda questo febbraio.

Leggi Tutto
Enrico Tealdi, vincitore della IV edizione del Premio Carlo Bonatto Minella, ritratto dal fotografo Filippo Alfero in occasione della premiazione del 3 novembre 2017 a Torino.

I pensatori non sono mai soli: intervista a Enrico Tealdi

di

“Project Marta- Monitoring Art Archive”, questo mese, ha incontrato per Collezione da Tiffany Enrico Tealdi, vincitore della IV edizione dell’Art Prize CBM – Premio Carlo Bonatto Minella. Insieme hanno parlato di “I pensatori non sono mai soli”, lavoro del 2016 di cui l’artista ci racconta non solo la storia ma anche la tecnica e materliali che ha utilizzato per crearla. Un nuovo viaggi all’interno dell’arte, guidati da Benedetta Bodo di Albaretto.

Leggi Tutto
Jean-Michel Basquiat, Famous, 1982

Come si riconosce un talento nel campo delle arti visive (p. 2)

di

Manca ormai pochissimo all’edizione 2018 di Arte Fiera e SetUp e ci sembra il momento giusto per tornare a parlare di talento nel campo delle arti visive. E, soprattutto, di come si fa a riconoscerlo, partendo anche da quella che è la visione di noi stessi come collezionisti. Un articolo pensato per chi si sta avvicinando al suo primo acquisto, ma anche a tutti coloro che cercano un loro posto nel mondo dell’arte.

Leggi Tutto

Iniziare a collezionare

Comprare Arte

Guida pratica al primo acquisto d'arte SCARICA LA GUIDA

Storia & Storie

Racconti, immagini e visioni dal mondo dell'arte e del collezionismo

Arte in Italia: c’era una volta il Medialismo

di

Nell’ottobre del 1993, al Flash Art Museum di Trevi, il critico Gabriele Perretta inaugurava la mostra “Medialismo”. A distanza di 25 anni da quell’evento, ci piace ricordare la breve storia di quello che è stato l’ultimo movimento artistico italiano capace di radunare attorno a sé un nucleo consistente di artisti, da Maurizio Cattelan a Luca Vitone.

Una vista dell'installazione di Paul McCarthy "Tokyo Santa" realizzata in occasione della mostra "Collection: MOCA’s First 30 Years" che si è svolta tra il 15 novembre del 2009 e il 3 maggio del 2010.

Buon Natale da Collezione da Tiffany!

di

«You better watch out / You better not cry / You better not pout / I’m telling you why  / Santa Claus is coming to town…». Questa la colonna sonora… e se leggete il post troverete anche i nostri auguri di Natale per tutti i lettori di Collezione da Tiffany. Poche parole, sincere, che dedichiamo a voi che ci seguite con così tanta attenzione e affetto.

Il Club dell'Ornitorinco: Giulio Vaccher, Tullia Zanella, Enrico Barbetti e Silvia De Leonardis.

Quattro ragazzi, l’arte e un Ornitorinco per amico

di

Si chiamano Giulio, Enrico, Tullia e Silvia. Un anno fa hanno dato vita al Club dell’Ornitorinco, che è una nuova piattaforma e-learning dedicata all’arte contemporanea, ma soprattutto un luogo in cui avvicinarsi all’arte contemporanea con un approccio diverso, come ci spiegano in questa intervista.

Art Brunch

Appunti di Viaggio, Letture, Mostre ecc. ecc.
Allora&Calzadilla, Solar catastrophe, 2016

“Blackout”: Allora & Calzadilla al MAXXI di Roma

di

Con Blackout torna in Italia il duo artistico Allora&Calzadilla, ospiti al MAXXI di Roma fino al 30 maggio. La personale, inaugurata giovedì scorso, presenta un corpus di lavori recenti che attraverso il paradosso politico rappresentato da Puerto Rico, territorio statunitense ma ufficialmente “non incorporato” negli U.S.A., rileggono il presente offrendo punti di vista inediti e proponendo una nuova prospettiva sulla realtà.

Installation view, ‘Fabio Mauri. With Out’, Hauser & Wirth New York, 22nd Street, 2018. © Estate Fabio Mauri Courtesy the Estate and Hauser & Wirth Photo: Timothy Doyon

On tour: l’arte italiana nelle gallerie del mondo

di

Da Fabio Mauri che per la terza volta torna da Hauser & Wirth a New York, alla prima americana di Maria Lai. E poi Dorazio, Afro, Calderara e Verna a Londra, Nannucci a Salisbugo e Ozzola in Cina, fino ad arrivare a Yuri Ancarani, protagonista alla Kunsthalle Basel. L’arte italiana continua a sedurre il mondo.

Particolare del rendering fotografico per “Post Zang Tumb Tuuum” (Fondazione Prada, Milano, 2018) Filippo Tommaso Marinetti nella sua casa (da "Wiener Illustrierte Zeitung" e "Berliner Illustrierte Zeitung", 1934) con sullo sfondo "Dinamismo di un footballer" di Umberto Boccioni, 1913. Ullstein Bild / Archivi Alinari © 2017. Digital Image, The Museum of Modern Art, New York / Scala, Firenze

Da vedere a febbraio: le mostre in galleria (e non solo) che non dovete perdervi

di

Da Milano, dove la Fondazione Prada inaugura “Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918-1943” a Napoli, dove il PAN ospita il fotografo Giorgio Cutini. Passando per l’omaggio di 10 A.M. Art Gallery a Franco Grignani a 110 anni dalla sua nascita. Senza dimenticare Davide Benati che torna ad esporre in Italia dopo 13 anni, un Alighiero Boetti molto particolare da DepArt e la bi-personale di Marco Bagnoli e Remo Salvadori alla Galleria Christian Stein. Fino ad arrivare alla prima personale italiana di Simon Linke. Ecco le 10 mostre da mettere in agenda questo febbraio.

Collector's // Catalogue

Una mappatura della giovane arte italiana... in progress