Natale 2014: 10 mostre in galleria da non perdere

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Avete fatto l’albero? Bene, adesso non resta che organizzarsi per le feste. Ecco allora qualche suggerimento per un Natale 2014 all’insegna dell’arte contemporanea. Tra le tante mostre che aprono in questo periodo nelle gallerie dello stivale, ne abbiamo selezionate 10 appositamente per voi. La prima è Passaggi Concreti, mostra che si aperta ieri a Milano presso la Galleria Studio d’Ars e dedicata allo street artist 108, al secolo Guido Bisagni (n. 1978). Uno dei primi e massimi rappresentanti del post-graffitismo europeo.

108, Senza Titolo, 2013.

108, Senza Titolo, 2013.

Rimanendo in ambito street art, da segnalare Hybrids, la personale di Corn 79 alla Square23 Art Gallery di Torino. Una personale atipica, a dire il vero, in cui tutte le opere esposte sono state realizzate a quattro mani da Corn79 (Riccardo Lanfranco) in collaborazione con altri street artist: 108, Andrrea, Aris, Etnik, Eon75, Fabrizio Visone, Francesco Barbieri, Giorgio Bartocci, Giulio Vesprini, Hide, Jeroo, Mach505, Made514, MrFijodor, Proembrion, Rems182, Reser, Romi, Ruas, Vesod, Zoer, ZorkMade. Hybrids è un’occasione unica per scoprire la ricerca ventennale di Corn79: dal writing alla street art, dalla tag al mandala.

Un'opera di Corn79 e Etnik

Un’opera di Corn79 e Etnik

Oggi a Bologna apre Do elephants ever forget?, edizione 2014 di ON, progetto di arte contemporanea che invita artisti italiani e internazionali a realizzare opere site specific, azioni e performance in luoghi pubblici della città. Per l’occasione Luca Vitone ha realizzato l’opera Souvenir d’Italie (lumières): una luminaria pubblica, composta da cinque sculture luminose monumentali, che sarà collocata in via Matteotti sul ponte che attraversa i binari della Stazione Centrale di Bologna fino al 31 gennaio 2015. Un’opera, questa, che prosegue una ricerca che l’artista porta avanti da tempo, in riferimento a memorie storiche, vicende politiche, caratteri architettonici e modalità di fruizione collettiva.

Luca Vitone, Souvenir d'Italie - (lumières), 2014

Luca Vitone, Souvenir d’Italie – (lumières), 2014

Sempre oggi, alle 18.30, presso la Galleria AplusB di Brescia, la mostra One Minute of Truth colletiva con lavori pittorici, installativi e scultorei di Marco Gobbi, Nicola Melinelli e Sebastiano Sofia: tutte opere inedite che indagano quella relazione che una parte della cultura visiva contemporanea intrattiene con il concetto di reale. Mentre alla Loft Gallery di Corigliano Calabro (CS), ore 18, inaugura la mostra La Linea Concreta, carrellata figurativa di giovane arte contemporanea: Elisa Bertaglia, Riccardo Bonfadini, Erica Campanella, Antonio Cervasio, Paolo Maggis, Andrea Marcoccia, Alberto Martini, Carlo Pasini, Gian Paolo Rabito, Denis Riva.

Elisa Bertaglia, Metamorphosis #2, 29,5x20,5, olio, carboncino e grafite su carta, 2014

Elisa Bertaglia, Metamorphosis #2, 29,5×20,5, olio, carboncino e grafite su carta, 2014

Sarà visitabile fino al 6 gennaio prossimo, invece, la mostra Acting Out al MART di Rovereto, in cui l’artista Laura Pugno espone l’omonima serie fotografica, work in progress nato nel 2014, che al MART si completa di due nuovi elementi realizzati appositamente per l’occasione. In questo lavoro la ricerca di Laura Pugno indaga il paesaggio come medium indispensabile per interrogarsi sul processo di costruzione della visione, un’analisi a ritroso sui meccanismi e sui mezzi della percezione.

Laura Pugno, Acting Out, 2014,abrasione su stampa digitale, cm. 90 x 125

Laura Pugno, Acting Out, 2014. Abrasione su stampa digitale, cm. 90 x 125

The Format-Contemporary Culture Gallery di Milano ospita fino al 16 gennaio la mostra “N°37” personale di Andrea Tesauri, a cura di Gigliola Foschi in cui l’artista presenta una serie di scatti inediti e realizzati appositamente per lo spazio The Format Balcony e in cui si sofferma su dettagli di scarpe. Scarpe lise, scolorite, bucate, a volte un po’ fashion, a volte un po’ trash, di certo usate e poi abbandonate con il carico delle loro storie che, come racconta lo stesso autore, «mai potremmo conoscere se non dai loro tagli, dalle loro ferite perchè, come sosteve Karl Kraus: ‘Più si guarda da vicino una parola, e più essa vi guarderà da lontano’. Lo stesso forse vale per le immagini».

Andrea Tesauri, n. 37, 2014.

Andrea Tesauri, n. 37, 2014.

 

Ad un passo da The Format, sempre in via Pestalozzi, Circus Studios in collaborazione con Flaq di Parigi, galleria d’arte e polo artistico e culturale, ospita fino al 22 dicembre la mostra DIALOGUES in cui Riccardo Angelini e Carlo Cossignani presentano le loro opere in un intreccio tra psicologia e percezione della forma, in cui scultura e pittura antropomorfe sembrano strizzare l’occhio al nostro mondo ossessionato dall’immagine. Radici è invece il titolo della mostra che da oggi è allestita all’interno degli spazi del recente recupero industriale “Residenze Amalfi” di Firenze e che vede esporre le opere del raggruppamento di artisti OPEN GROUP, composto da giovani artisti alle prime esperienze ed altri mid carreer che già vantano importanti esposizioni personali e collettive in Italia: Valerio LeftArm Bellini, Olimpia Benini, Fiona Corsini, Caterina Enni, Paolo Fumagalli, Francesco Gnot, Gianluca Gori, Francesca Guicciardini, Olivia Magris, Pietro Manzo, Marco Mazzoni, Giacomo Piussi, Alessandro Rizzi, Mattia Vegni.

Il Museo Pignatelli di Napoli

Il Museo Pignatelli di Napoli

Il 20 dicembre al Museo Pignatelli di Napoli verrà presentata la mostra ‘Blow up. Fotografia a Napoli 1980-1990’, un’occasione rilevante per il progetto Villa Pignatelli-Casa della Fotografia per rileggere il contributo che la città di Napoli ha dato alla cultura fotografica italiana e internazionale, accostando al reportage nuove modalità narrative e di ricerca artistica. L’esposizione presenta circa 140 fotografie, frutto di una ricognizione sugli interventi fotografici di artisti italiani e stranieri presenti a Napoli nel corso di un decennio vitale. Tra questi: Gabriele Basilico, Arnaud Claas, Mario Cresci, Franco Fontana, Joan Fontcuberta, Lee Friedlander, Luigi Ghirri, Guido Guidi, Claude Nori, Charles Traub che si misurano con fotografi napoletani come Mimmo Jodice, Lello Mazzacane, Marialba Russo.

© 2014 – 2017, Collezione da Tiffany. Tutti i diritti riservati.