Mostre & Co.

Anteprime e consigli sulle piccole e grandi esposizioni che si tengono nel nostro paese, con un occhio di riguarda per quelle dei giovani talenti.

Il pubblico in visita ad Opentour 2017 iniziativa che vede la stretta collaborazione tra le gallerie cittadine e l'Accademia di Belle Arti di Bologna.

Opentour 2017: tutti a Bologna a caccia di nuovi talenti

di

Bologna, per il secondo anno consecutivo, torna a guardare ai giovani più promettenti della sua Accademia di Belle Arti con l’iniziativa Opentour 2017. Una decina le mostre collettive organizzate all’interno delle principali gallerie d’arte della città, molte delle quali rimarranno aperte tutte l’estate. Un’occasione per scoprire qualche talento in erba da mettere in collezione.

Leggi Tutto
Particolare dell’allestimento della mostra “Emilio Vedova De America”. Photo Vittorio Pavan, Venezia

Da Vedova a Picasso: 8 appuntamenti per un’estate ad arte

di

Da Venezia dove al Magazzino del Sale è in mostra il ciclo De America di Emilio Vedova a David Tremlett che torna nelle Langhe dopo vent’anni con un intervento a Coazzolo. Passando per Agnetti a Milano, il Novecento al Mart di Rovereto, Helidon Xhixha al Giardino di Boboli di Firenze e Gilardi a Carrara. Fino a tornare a Venezia per Picasso alla Peggy Guggenheim Collection. 8 mostre che faranno bella la vostra estate.

Leggi Tutto
Arman

Arman: il ritorno?

di

A Roma, fino al 23 luglio, Palazzo Cipolla ospita la più ampia retrospettiva che il nostro paese abbia mai dedicato ad Arman negli ultimi 15 anni: “Arman 1954-2005” curata da Germano Celant. Una mostra che potrebbe contribuire a riportare attenzione su questo arista al momento decisamente sottovalutato.

Leggi Tutto
Haim Steinbach, Untitled (bonsai, artichoke), 2012, Plastic laminated wood shelf, plastic bonsai plant and plastic artichoke, cm 95x89x50. Immagine di repertorio. Courtesy: Liarumma Gallery

Da vedere in Italia: 10 mostre da non perdere

di

Dal ritorno di Haim Steinbach in Italia, alla prima mostra italiana dell’incisore inglese Norman Ackroyd, passando dal debutto a Torino di Bret Slater e da Rosa Barba a Milano. Dal Piemonte alla Campania, abbiamo selezionato per voi le 10 mostre da non perdere tra le tante in apertura in Italia. Buona visita!

Leggi Tutto
Ai Weiwei, Odyssey, 2017, exhibition view, ZAC, Palermo. Copyright © Ai Weiwei. Photo Benito Frazzetta.

Da Palermo a Milano: 10 mostre da non perdere

di

Da Ai Weiwei a Palermo con il progetto Odyssey a Eltono e StenLex che tornano a Bari. Fino a Maurizio Nannucci che dopo 40 anni di assenza torna ad esporre in una galleria privata di Milano. Passando per Schifano a Mantova e la Terra Inquieta alla Triennale di Milano. Ecco le 10 mostre che non dovete perdere a maggio.

Leggi Tutto
Stefano Arienti: Ailanto oro, 2009 e I nomi di Ciserano, 2001. Vista della mostra alla Galleria Civica di Modena.

Stefano Arienti: Antipolvere a Modena

di

Alla Galleria Civica di Modena, una retrospettiva ci racconta 25 anni di carriera di Stefano Arienti. Piccola (18 le opere esposte) ma ben costruita, la mostra offre l’occasione per approfondire la conoscenza di un artista da sempre rispettato e apprezzato per la coerenza della sua ricerca.

Leggi Tutto
Franco Grignani al Centro Proposte di Firenze, Palazzo Capponi, nel 1966. Courtesy: Galleria 10 A.M. Art

Grignani a Londra, Dadamaino in Brasile e Carol Rama a New York: il tour mondiale dell’arte italiana

di

Gli artisti italiani continuano ad essere al centro dell’attenzione di collezionismo ed istituzioni. A partire dall’Arte Cinetica, con Franco Grignani che sta per arrivare alla Estorick Collection di Londra e il MID che “conquista” Parigi. Passando da Dadamaino che debutta a São Paulo, mentre Giosetta Fioroni, Vincenzo Agnetti e Sergio Lombardo sbarcano a Londra. E infine Mimmo Rotella che torna a New York e Maria Lai che arriva a Documenta 14.

Leggi Tutto
Pablo Picasso, Buste de femme. Una delle opere di Ellenia Zagni che saranno esposte allo spazio Cubet di Milano.

Virtuosi d’aprés. Se un Picasso non è di Picasso

di

Dal 18 aprile al 5 maggi lo spazio Cubet di Milano ospita una piccola personale di Ellenia Zagni, un tempo tra le più note e apprezzate autrici di copie del nostro Paese. Protagonista al femminile dello Spazialismo e dell’Astrazione milanese del dopoguerra, la Zagni si avvicina alla copia d’apré già negli anni ’40 quando realizza, ad esempio, un Renoir che sarà poi battutto a all’asta per 41 milioni di lire.

Leggi Tutto