Collezionare Fotografia

Una guida a puntate sulla fotografia, la sua storia, le sue tecniche e su come diventarne collezionisti

Alcuni scatti della famossissima serie di Robert Doisneau ricordata con il titolo Le regard oblique

Ironia e fotografia: lo sguardo obliquo di Robert Doisneau

di

E’ il 1948 quando Robert Doisneau decide di sperimentare qualcosa intorno agli sguardi obliqui e, complice il suo amico antiquario, si nasconde con la sua Rolliflex dentro la Galerie Romi, nel bel mezzo di Parigi. Su un lato della vetrina espone un quadro, per l’epoca osè, dove si vede una donna nuda, di spalle. E Doisneau riprenderà i passanti e le loro reazioni di sorpresa, curiosità più o meno morbosa e persino scandalo di fronte all’opera. Nasce così una serie di famosissimi scatti ricordata con il titolo Le regard oblique.

Leggi Tutto
Robert Doisneau: The Painter On The Arts Bridge, Paris 1953.

Ironia della sorte. Il concetto di ironia nella fotografia di Erwitt e Doisneau (parte 1)

di

Quando si racconta la fotografia di autori come Elliot Erwitt e Robert Doisneau spesso e volentieri si ricorre al termine “ironia”. Ma che cos’è l’ironia? E in che senso, nel caso di Erwitt e Doisneau (soprattutto loro, ma non solo loro) possiamo dire che la fotografia è ironica? Cerchiamo di spiegarlo in questo saggio a puntate.

Leggi Tutto