Approfondimenti

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Periodicamente Collezione da Tiffany dedica degli approfondimenti a settori specifici del collezionismo e dell’arte contemporanea, con un particolare riguardo per quelli che, ancora oggi, permettono di mettere insieme una collezione di pregio senza, necessariamente, avere grandissimi budget a disposizione.

Ogni collezione è il riflesso del collezionista che la crea, delle sue passioni e dei suoi interessi. C’è chi raccoglie le opere di un determinato artista o movimento, chi ama la fotografia o le stampe originali. A voi l’arduo compito di progettare quella che più si addice alla vostra personalità e ai vostri gusti, consapevoli che non esistono ricette vincenti per dar vita ad una collezione degna di un museo.

Questo, ovviamente, non vuol dire che non esistano alcune norme guida che possono aiutarci, almeno nel primo periodo, a gettare le basi della nostra raccolta d’arte ricordando, però, che lo schema di una collezione non è detto che debba essere statico: può essere deciso prima di iniziare ma può anche evolversi e mutare, proprio come il vostro gusto!

Detto questo, prima di lasciarvi ai nostri approfondimenti,  ecco una rapida carrellata dei “modelli” più diffusi di collezionismo:

  • Collezionismo Verticale

    Se amate in modo particolare un artista questo è l’approccio che fa per voi. Questa modalità, basata sull’acquisto di più opere di uno stesso autore, vi permette di immergervi a pieno nell’attività e nella visione del vostro beniamino. Un’esperienza gratificante che vale anche il rispetto del sistema dell’arte, in quanto non vi caratterizza come acquirenti occasionali o semplici “cacciatori” di capolavori mancanti.

  • Collezionismo Orizzontale

    Se volete che la vostra collezione sia in grado di dare una visione d’insieme di un determinato movimento artistico, periodo storico o tendenza, la vostra scelta dovrà cadere su questa tipologia di collezionismo, basata sull’acquisto in modo indifferenziato e che non ruota sull’opera di un determinato artista, su un tema specifico o su un supporto. Attenzione però: il rischio è quello di mettere insieme un’accozzaglia disorganizzata di opere. Questo tipo di collezionismo deve essere guidato da una visione più che mai consapevole.

  • Collezionismo Tematico

    Come si capisce già dal nome, si tratta di un approccio collezionistico che parte da un determinato tema concettuale che, attraverso la vostra collezione,  vi proponete di indagare nel modo più completo possibile. Il tema in questione può essere una determinata filosofia socio/politica, una particolare funzione come anche la nazionalità o il genere degli artisti raccolti.

  • Collezionismo in base al supporto

    Pittura, scultura, disegno, grafica, video, fotografia, installazioni ecc.  L’elenco dei supporti, ossia dei mezzi artistici utilizzati dagli artisti contemporanei, è quasi infinito.  Questo tipo di collezionismo permette di indagare ed approfondire la conoscenza del supporto che più preferite tra i tanti a disposizione.

  • Collezionismo su Committenza

    E’ probabilmente la forma di collezionismo più nobile di tutte, dove il collezionista diventa anche mecenate. Mettere insieme una collezione di questo genere, come è facile capire, richiede un impegno ben più grande del semplice acquistare opere sul mercato primario o secondario. Un impegno che, però, è ripagato dalla soddisfazione di lavorare a stretto contatto con i nostri artisti preferiti.

  • Collezionismo per “Capolavori”

    Si tratta di una strategia collezionistica adatta solo a chi possiede grandi budget. Comprare solo capolavori, d’altronde, costa e tanto. Basta dare un’occhiata ai risultati delle principali aste per capirlo. Andare a caccia di blockbuster ci espone al rischio, però, di mettere insieme una collezione di opere secondarie di artisti importanti o, peggio ancora, di cadere vittime di mode tanto passeggere quanto costose.

Ovviamente, quelli appena elencati sono solo le tipologie primarie di collezionismo e le variazioni sul tema possono essere infinite quanto le sfumature di un colore.

 

Ma ecco i nostri Approfondimenti:

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Un vera e propria guida a puntate su come si colleziona fotografia, arrichita da note storiche e dal racconto di alcuni dei più importanti collezionisti italiani. Completa il tutto anche un glossario specifico che vi aiuterà a conoscere il linguaggio tecnico di questo medium.

Leggi tutto…

imgprints

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Questo approfondimento pone l’attenzione su un filone di ricerca artistica che ha caratterizzato buona parte del Novecento. Attraverso un percorso cognitivo ed esplorativo che passa da alcuni dei maggiori autori del XX secolo questo Focus sulla Light Art arriva sino al panorama artistico attuale.

Leggi tutto…

15JPWHEELER1-articleLarge

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Oggetto di un interessate fenomeno di recupero iniziato con i primi anni Duemila, l’Arte Cinetica nasce nel dopoguerra, in concomitanza con il declino dell’astrazione geometrica. In questo approfondimento ne ripercorriamo la storia attraverso la voce di alcuni dei suoi protagonisti.

Leggi tutto…

Getulio Alviani, Rilievo a riflessione con incidenza ortogonale, praticabile, 1967-1970. © Fotografie di Ugo Mulas © Eredi Ugo Mulas.

Il collezionismo è un’avventura, fatta di libertà, rischio, sfide, intuizioni e delusioni, ma come tutte le avventure, occorre viverla con la dovuta consapevolezza della sua natura, che coinvolge la sfera più intima del nostro essere. Collezionare è un percorso di crescita individuale.

(Ludovico Pratesi, critico d’arte e curatore)