La collezione Iannaccone “sbarca” a Firenze

Un momento dell'inaugurazione della mostra "Il rumore del mare" con opere dalla collezione Iannaccone
Un momento dell'inaugurazione della mostra "Il rumore del mare" con opere dalla collezione Iannaccone
Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Inaugurata lo scorso 20 giugno e aperta al pubblico sino al 12 luglio 2017, la mostra “il Rumore del Mare” di Giovanni Iudice, curata dal collezionista Giuseppe Iannaccone con il supporto di Luca Volpatti, è ospitata per tutto il periodo presso le Sale Fabiane dello storico Palazzo Medici – Riccardi di Firenze.

La mostra, che s’inserisce nel contesto della più ampia manifestazione di rassegne artistiche “La Milanesiana 2017” ideata e diretta dalla nota curatrice Elisabetta Sgarbi in collaborazione con il Comune di Milano e i Pomeriggi Musicali/Teatro dal Verme, racconta i drammatici eventi che ormai da tempo caratterizzano e “scuotono” la quotidianità della costa sicula e, in particolare, dell’isola di Lampedusa.

Le opere di Iudice, alcune delle quali peraltro provenienti dalla stessa Collezione Giuseppe Iannaccone, raffigurano, infatti, “lo sbarco” degli innumerevoli migranti che approdano speranzosi e disperati nelle nostre terre.

L’intensità dei colori utilizzati, unitamente alla precisione delle immagine (quasi fotografiche) e alla profondità e allo smarrimento (così realistico e vissuto) degli sguardi dei clandestini catturano l’attenzione dell’osservatore, “costringendolo” a una riflessione sul proprio io e sulla odierna situazione sociale. E’ così che il dramma dell’attualità emerge dalle opere dell’artista con estrema concretezza ma, al contempo, poetica; quella poetica che, d’altronde, Giuseppe Iannaccone ricerca con dedizione negli artisti da lui prescelti, i quali, capaci di raccontare il presente, ma anche il passato, con stupore e “novità”, non fanno di loro stessi (meri) epigoni e delle relative opere racconti già ascoltati.

Ed infatti, l’artista Iudice con la mostra “il Rumore del Mare” racconta con innovata suggestione la storia dei migranti, suggerendo un’analisi del correlato concetto di accoglienza, così come rinnovato e inteso ai giorni nostri.

© 2017, Collezione da Tiffany. Tutti i diritti riservati.