Arriva Planitars, dedicato all’arte italiana

Save pagePDF pageEmail pagePrint page

Si chiama Planitars la nuova piattaforma online per la vendita di arte che sbarcherà nel web all’inizio del 2015 . Valorizzare gli artisti emergenti italiani e rendere accessibile il collezionismo d’arte contemporanea anche a chi si avvicina per la prima volta all’acquisto di un’opera sono gli obiettivi di questa startup tutta italiana creata dalla nostra Francesca Bonan. Ancor prima di essere operativa, Planitars ha già in catalogo oltre 200 opere di 40 artisti, scelti tra quelli che hanno risposto alla call lanciata all’inizio di novembre e rigidamente selezionati in base alla qualità della loro ricerca artistica e al loro curriculum. Ma altri potranno aggiungersi presto.

Lorenzo Di Lucido, Omissis, olio su tela, 2012

Lorenzo Di Lucido, Omissis, olio su tela, 2012

«Nella selezione – mi spiega Francesca – abbiamo privilegiato i talenti emergenti e quegli artisti un po’ meno giovani che hanno ancora opportunità interessanti di crescita in valore». «Planitars – prosegue – vuole essere un nuovo pianeta per gli artisti italiani (a cui garantiamo sino al 70% sulla vendita), per i curatori e per gli appassionati d’arte». «L’obiettivo con cui nasce Planitars – aggiunge  – non è quello di sostituirsi al sistema presente dell’arte contemporanea, alle gallerie, ai concorsi d’arte o ai musei, bensì dare al mercato italiano una maggiore trasparenza. La qualità artistica di questo progetto online, infatti, nasce dalla volontà di riunire artisti provenienti dalle diverse realtà artistiche del nostro Paese, che è ricco e fervido di cultura e iniziative in molte regioni e province che non sono per forza Milano o Torino. Solo così è possibile interfacciarsi con una rete internazionale. E questa sarà la principale sfida di Planitars».

I dubbi e la paura di acquistare un’opera falsa o sopravvalutata sono ovviati dal principio su cui si fonda Planitars: le opere sono caricate direttamente dall’autore, di cui è pubblicato il profilo e il background, i prezzi sono resi pubblici e rispettano le quotazioni delle gallerie.

Marco Demis, Senza titolo, olio su tela, 2011 - Michael Rotondi, 2 portraits and landscape, smalti su tela, 2012

Marco Demis, Senza titolo, olio su tela, 2011 – Michael Rotondi, 2 portraits and landscape, smalti su tela, 2012

Fiducia quindi, la stessa che gli esperti ripongono nella crescita del mercato dell’arte online. Secondo quanto riportato dal report “The online art trade” di Hiscox Art Insurance e ArtTactic 2013 è previsto un +19% annuo per le vendite d’arte online fino al 2018, alla luce di 1,57 miliardi di dollari generati nel 2013.

Per restare aggiornati sulla pubblicazione del sito e scoprire gli artisti selezionati da Planitars o per proporsi come artista o curatore basta indicare la propria email sulla landing page di www.planitars.com.

Dalla redazione di Collezione da Tiffany i nostri migliori auguri per questo progetto che non vediamo l’ora di testare!

© 2014 – 2015, Collezione da Tiffany. Tutti i diritti riservati.

1 Commento

  • Stefano Armellin ha detto:

    Buon Natale ! Senza dubbio l'iniziativa é ottima e Francesca Bonam con Tiffany sono affidabili. Da queste prime immagini sull'articolo si vede subito che c'é selezione, ma devo ancora visualizzare il sito. Dalla mia esperienza il problema per tutti é la visibilità, e più opere di più artisti carichi e più dura é farsi notare. La stessa gestione del sito deve dimostrare imparzialità, ma la concorrenza é spietata e tutti provano a vendere, trattenere il 30% é giusto…buona fortuna. SA http://armellin.blogspot.com

I commenti sono chiusi