3 cose da fare dopo l’acquisto

Natale si avvicina e magari state pensando di mettere nella vostra letterina quella fotografia o quel quadro che vi ha rapito il cuore.  Sapete già dove e come metterla in casa? Ecco alcuni consigli per accogliere al meglio la vostra nuova compagna di appartamento:

 

1) La cornice: seguite il vostro gusto

 

Non sempre ci pensiamo  ma la cornice è un elemento importante sia da un punto di vista estetico che conservativo. Anche se l’opera che vi piace ha già una sua cornice, seguite il vostro gusto e, eventualmente, fatela sostituire con una maggiormente in linea con il vostro gusto. In modo che il dipinto, la foto o la stampa sia in armonia con voi e la vostra abitazione.  Attenti, inoltre, ai materiali usati: il cartone del passpartout, il nastro adesivo ecc. Devono essere tutti conservativi in modo che non interagiscano con l’opera danneggiandola. Almeno ogni cinque anni, inoltre, rimuovete le opere dalle loro cornici, così da controllare il loro stato di conservazione ed individuare eventuali danni altrimenti non individuabili. Nello scegliere la cornice, quindi, siate anche pratici e optate per un modello che permetta anche un facile smontaggio.

Nella scelta della cornici fatevi guidare dal vostro gusto e dal vostro senso pratico

Nella scelta della cornici fatevi guidare dal vostro gusto e dal vostro senso pratico

 

2) Illuminazione: fatevi guidare dall’opera

 

Come per la cornice anche nella scelta della giusta illuminazione di un’opera ci sono aspetti sia estetici che pratici da tenere in considerazione. Se vi piace modificare spesso l’arredamento di casa, una buona soluzione possono essere i faretti in quanto facilmente regolabili. Se invece pensate di tenere l’opera nello stesso posto per un po’ di tempo potete anche optare per delle luci fisse. Comunque sia state attenti a dove appendete il dipinto, la stampa o la foto: l’esposizione diretta ai raggi del sole può danneggiare sia i colori che i supporti. Se possibile usate al posto del vetro un plexiglass anti UV che proteggerà le vostre opere più preziose.

Per la scelta dell'illuminazione fatevi guidare dall'opera

Per la scelta dell’illuminazione fatevi guidare dall’opera

 

3) Attenti all’umidità e alla temperatura

 

Gli sbalzi di temperatura repentini ed eccessivi possono, a lungo andare, danneggiara le opere. La cosa migliore sarebbe quella di conservare le opere in ambienti a temperatura il più possibile costante. In ogni caso evitate di mettere un quandro o una fotografia in corrispondenza di un termosifone o di altre fonti di calore. Oltre alla temperatura, una grande nemica dell’arte è l’umidità, specie se si ha a che fare con opere su carta. Un buon deumidificatore può essere un alleato prezioso della vostra collezione.

Umidità e sbalzi di temperatura sono nemici della vostra collezione. Fate attenzione.

Umidità e sbalzi di temperatura sono nemici della vostra collezione. Fate attenzione.

 

Un’ultima cosa prima di lasciarvi con la vostra nuova opera: conservate per bene anche tutta la documentazione che l’accompagna (autentica, scheda tecnica, ricevuta o contratto di acquisto ecc.): è preziosa, proprio come quella della vostra auto. E in caso di rivendita vi sarà fondamentale.

1 Commento

  • Stefano Armellin ha detto:

    Da artista posso suggerire che in qualsiasi condizione, quindi anche un muro perfetto senza umidità é meglio che l'opera sia staccata di un paio di centimetri dalla parete, la cornice serve anche a questo, ma si può ottenere la "sospensione" dell'opera dal muro anche senza cornice…SA http://armellin.blogspot.com

I commenti sono chiusi