Analisi: le evening sale di Post War & Contemporary art di Londra (ottobre 2019)

Le ultime aste serali londinesi di Post-War & Contemporary Art della scorsa settimana ci consegnano l’immagine di un mercato che tiene a fatica, rallentato dalle turbolenze politiche ed economiche di questi mesi. E anche se quello registrato durante la Frieze Art Week 2019 è il terzo risultato degli ultimi 5 anni, è anche quello che segna un calo marcato rispetto al passato. Confermando così un trend in atto già dal secondo semetre 2018.

Gli appuntamenti in programma da  Phillips (02.10), Sotheby’s 03.10) e Christie’s (04.10), infatti, hanno realizzato, nel loro complesso, un totale di 120.953.670 £ (buyer’s premium escluso) che supera (+11%) la minima aspettativa dei tre cataloghi che, nell’insieme ammontava a 108.910.000 £, pur rimanendo al di sotto del fatturato medio atteso (-8%).

Un totale che, al di là delle percentuali, rappesenta comunque un segnale positivo per il mercato dell’arte post-war e contemporanea, nei cui confronti – stando all’ultimo report di ArtTactic (settembre 2019) – la fiducia degli operatori e dei collezionisti è calata del -29% rispetto al maggio di quest’anno a causa delle crescenti incertezze economiche e politiche che stanno affrontando USA, UK e Cina, ossia i tre mercati dell’arte più importanti. Va anche detto, però, che il risultato ottenuto a Londra nelle evening sale di ottobre è inferiore del -31% rispetto a quelle di marzo e del -18% rispetto a quelle dell’ottobre 2018, che avevano già segnato un calo del -8.7% rispetto all’edizione 2017.

L’andamento delle Evening Sale di Post-War & Contemporary Art di Londra dal 2015 ad oggi . Valori in mln £ (buyer’s premium escluso). © Collezione da Tiffany Srl

A fronte di 12 record d’asta stabiliti in tre vendite, dei 114 lotti aggiudicati (su 131 offerti) solo 51 hanno superato la stima media. Il tutto per un prezzo medio di aggiudicazione di 1.060.997 £ inferiore del -24% rispetto a quello delle evening sale di marzo 2019.

La ripartizione del mercato delle Evening Sale di Post-War & Contemporary Art a Londra tra le tre principali case d’asta. © Collezione da Tiffany Srl

Sono 15, infine, i lotti che nelle tre aste hanno superato i 10 milioni di dollari di aggiudicazione. Ma vediamo nel dettaglio come sono andate le tre evening sale di Post-War & Contemporary Art battute a New York la scorsa settimana.

Phillips – 20th Century & Contemporary Art Evening Sale (02.10)

 

IN BREVE
Totale (BP escluso)  £      21.203.670,00
Stima Massima  £      24.540.000,00
Stima Minima  £      17.080.000,00
Numero di Lotti 42
Lotti invenduti o ritirati 2
Prezzo medio  £           530.091,75
Lotti sopra Stima media 19
Lotti sotto Stima media 21
Record d’asta 5

Con un catalogo di 42 lotti, di cui sono 2 non aggiudicati, la 20th Century & Contemporary Art Evening Sale di Phillips del 2 ottobre scorso si è conclusa con un totale di 21.203.670 £ (buyer’s premium escluso) contro un’aspettativa tra i 17 e i 24 mln di £. Cifra decisamente superiore a quella realizzata nel ottobre 2018 (+17%) ma in calo del -32% rispetto alla evening sale londinese di marzo. Un andamento che si riflette anche sul prezzo medio di aggiudicazione che nella tornata di ottobre si è attestato sui 530.091 £, in netto calo sul marzo scorso del +57%.

A determinare questo calo non solo dei lotti di valore inferiore dispetto a quelli presentati in primavera, ma anche delle aggiudicazioni che nel 51% dei casi non hanno raggiunto la stima media prevista. Su 40 lotti aggiudicati, solo 19 hanno superato la stima media, mentre 21 ne sono rimasti al di sotto. Solo 6 delle opere in catalogo, peraltro, hanno superato il milione e, di queste, solo una è andata oltre i 2 milioni di hammer price. 27 lotti su 40, inoltre, si sono collocati nella fascia fino a 500.000 £. Un dato, questo, da mettere in relazione alla grande presenza di giovani nel catalogo di Phillips. Proprio i giovani, peraltro, sono stati i veri protagonisti della evening sale del 2 ottobre scorso a Londra.

La perfomance dei lotti rispetto alla stima media nella Evening Sale di Post-War & Contemporary Sale di Phillips (Londra – 02 ottobre 2019). © Collezione da Tiffany Srl

Se le tre aggiudicazioni più alte della serata sono state: Blue Umbrella I (1983) di Alex Katz, battuto per 2.800.000 £ con una performance che l’ha visto superare la stima media del +180%; Beaver Lake (1998) di Hurvin Anderson – aggiudicato ad un prezzo di martello di 1.800.000 £ -, e Value 35 (2010) di Mark Bradford è stata invece battuta a 1.600.000 £, cifra al di sotto della media aspettativa (-9%).

La performance migliore, invece, l’ha fatta registrare Florida, lavoro del 2015 di Tschabalala Self (n. 1990) battuta a 220.000 £ (+340% sulla stima media). Seguita da Lavender Arrest (2015) di Sanya Kantarovsky (n. 1982) – che ha superato la stima media del +243% con un hammer price di 120.000 £ – e  Over Yonder della debuttante in asta Nathaniel Mary Quinn (n. 1977), venduta per 140.000 £, cifra superiore del 240% rispetto alla media aspettativa.

Cinque i nuovi record stabiliti durante la serata:

  • Alex Katz, Blue Umbrella I, 1983 | 2.800.000 £
  • Simone Leight, Shower Cap, 2013 | 140.000 £
  • Derek Fordjour, Green Horn, 2017 | 110.000 £
  • Sanya Kantarovsky, Lavender Arrest, 2015 |120.000 £
  • Raoul de Keyser, Kabinet, 1989-1990 | 162.000 £

Sotheby’s – Contemporary Art Evening Auction (03.10)

IN BREVE
Totale (BP escluso)  £        45.715.000,00
Stima Massima  £        51.580.000,00
Stima Minima  $        36.380.000,00
Numero di Lotti 41
Lotti invenduti 8
Prezzo medio  £          1.385.303,03
Lotti sopra Stima media 14
Lotti sotto Stima media 19
Record d’asta 3

Delle tre aste serali in programma, la Contemporary Art Evening Sale di Sotheby’s è quella ha rispettato maggiormente le aspettative, con un totale di 45.715.000 £ (buyer’s premium escluso), mentre le aspettative erano tra i 51.6 e i 36.4 milioni. Questo nonostante il risultato finale sia decisamente più basso sia di quello registrato a ottobre 2018 (-21%) che di quello del marzo scorso (-41%). In aumento, seppur di poco, il prezzo medio di aggiuricazione, attestatosi sui 1.4 milioni di sterline: +8% su marzo 2019. 

33 i lotti aggiudicati, su un catalogo di 41, dei quali 14 hanno superato la stima media, mentre 19 sono rimasti al di sotto di essa. 13 le opere aggiudicate per un valore superiore a 1 milione di sterline, di cui 8 sono andate oltre i 2 milioni. Tra queste, due hanno superato gli 8 milioni: Pyro di Jean-Michel Basquiat, stimato in eccesso 9 milioni di £ e aggiudicato per un hammer price di 8.500.000 £; Devolved Parliament di Banksy, presentato in catalogo con una stima di 1.5-2 milioni e battuto per 8.500.000 £. Due opere il cui valore complessivo rappresenta  circa il 37% dell’intera vendita. Falsando in parte, se ci concedete il termine, il risultato finale in termini di prezzo medio. In particolare con l’aggiudicazione di Banksy.

La perfomance dei lotti rispetto alla stima media nella Evening Sale di Post-War & Contemporary Sale di Sotheby’s (Londra – 03 ottobre 2019). © Collezione da Tiffany Srl

Per quanto riguarda le tre aggiudicazioni più alte, queste rappresentano il 43% del valore della vendita e sono: Pyro di Jean-Michel Basquiat battuta, come detto, per 8.500.000 £; Devolved Parliament di Banksy, aggiudicata per 8.500.000 £ e Natives Carrying Things, sempre di Basquiat, battuta a 2.700.000 £, sotto la stima media del -10%.

3 i record d’asta realizzati durante la serata:

  • Nicole Eisenman, Close to the Edge, 2015 | 520.000 £
  • Salvatore Scarpitta, Housing Developed, 1960 | 2.100.000 £
  • Banksy, Devolved Parliament, 2009 | 8.500.000 £

Per quanto riguarda le performance, la migliore è stata quella di Banksy (+386% sulla stima media) seguita da: Close to the Edgedi Nicole Eisenman che supera l’aspettativa media del +247% e Mélancolie di Jean Dubuffet (+120%).

Christie’s – Post-War and Contemporary Art Evening Sale (04.10)

IN BREVE
Totale (BP escluso)  £     54.035.000,00
Stima Massima  £     78.860.000,00
Stima Minima  £     55.450.000,00
Numero di Lotti 48
Lotti invenduti o ritirati 7
Prezzo medio £        1.317.926,83
Lotti sopra Stima media 18
Lotti sotto Stima media 29
Record 4

Christie’s ha chiuso la sua asta serale di Post-War and Contemporary Art con un totale di 54.0 milioni di steline (Buyer’s premium escluso) di poco inferiore ai 55.4 milioni della minima aspettativa pre-asta. Totale, peraltro, inferiore del –21% rispetto a quello registrato nella stessa asta di 12 mesi fa, e addirittura inferiore del -41% sulla evening sale di marzo 2019.

Andamento, quello appena descritto, che non si riflette anche sul prezzo medio di aggiudicazione che è stato di 1.3 milioni di sterline e, come tale, cresciuto del +8% rispetto al marzo 2018. Il tutto per un catalogo che, complessivamente, comprendeva 48 lotti di cui 7 non aggiudicati, 29 aggiudicati sotto la stima media e 18 sopra.

La perfomance dei lotti rispetto alla stima media nella Evening Sale di Post-War & Contemporary Sale di Christie’s (Londra – 04 ottobre 2019). © Collezione da Tiffany Srl

Le tre aggiudicazioni più alte sono state quelle di Four Big (1982) di Jean-Michel Basquiat, battuto a 7.400.000 £ contro una stima di 7.5-9.5 mln £, seguita da Abstraktes Bild (1984) di Gerhard Richter, proveniente dalla Collezione Unicredit e valutato 6.5-9.5 mln £, aggiudicato per 6.000.000 £. Chiude il terzetto Alpenveilchen/Flowers (1967) di Sigmar Polke che, partendo da una stima in catalogo di 5-7 mln £, si è fermata a 4.800.000 £ di hammer price. Tre opere che, da sole, pesano per circa il 34% sul totale dell’asta.

4 i nuovi record d’asta realizzati durante la serata:

  • Carl Andre, Copper-Steel Alloy Square,1969 | 2.000.000 £
  • Bob Law, Watercolour V, 1979 | 65.000 £
  • Thomas Bayrle, Tassenfrau (Milchkaffee), 1967 | 190.000 £
  • Loie Hollowell, Lady in Green, 2014 |  290.000 £

Le performance migliori della serata sono state quelle registrate da: Loie Hollowell con Lady in Green che ha superato del +383% la stima media; Sapphire di Tschabalala Self, battuta a 320.000 £ (+156%) e Thomas Bayrle con Tassenfrau (Milchkaffee) che ha superato la stima media del +90%. Performance, qeulle appena riportate, che, tranne il caso di Bayrle, premiano ancora una volta artisti di nuova generazione.

Infine, dei 41 lotti aggiudicati, 14 hanno superto il milione di sterline e di questi ben 11 sono andati oltre i 2 miloni e, in 4 casi oltre i 4. Numeri che fanno della evening sale di Christie’s l’asta che ha fatto registrare il numero più alto di aggiudicazioni milionarie tra le aste serali della Frieze Art Week 2019.

NOTA PER IL LETTORE: salvo dove indicato  diversamente i prezzi indicati nell’articolo non includono il buyer’s premium.