Arte in Trust: La Pianificazione fiscale per il vostro patrimonio artistico (seconda parte)

Foto di StartupStockPhotos da Pixabay

Nei precedenti articoli in tema di “Arte in Trust” abbiamo tratteggiato una panoramica dei profili giuridici e fiscali connessi all’istituzione di un Trust finalizzato a proteggere e tramandare un patrimonio artistico. Auspicando di aver realizzato una cornice utile all’artista ed al collezionista per inquadrare le peculiarità di questo istituto o quantomeno di aver suscitato la sua curiosità ad approfondirne l’utilità e le potenzialità è ora giunto il momento di focalizzare la nostra attenzione sugli aspetti altrettanto rilevanti della “vita quotidiana” del Trust a seguito della sua istituzione.

Abbonati subito a CdT PRO!

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO

PUOI ABBONARTI SUBITO A PARTIRE DA 40 € ALL'ANNO IVA INCLUSA!

 

ABBONATI ORA

 

SE HAI GIA' UN ACCOUNT, EFFETTUA IL LOGIN E PROSEGUI NELLA LETTURA:

Lascia un commento