New York: nuovo record per Cattelan e Paola Pivi

Maurizio Cattelan (B. 1960). Him. wax, human hair, suit, polyester resin. Executed in 2001. This work is the artist's proof from an edition of three plus one artist's proof © Maurizio Cattelan.
Maurizio Cattelan (B. 1960). Him. wax, human hair, suit, polyester resin. Executed in 2001. This work is the artist's proof from an edition of three plus one artist's proof © Maurizio Cattelan.

Dopo sei anni di oblio, Maurizio Cattelan torna a far parlare di sé con un record d’asta a dir poco straordinario: 17.2 milioni di dollari (buyer’s premium incluso). A tanto è stata venduta ieri a New York da Christie’s la prova d’artista di Him (Hitler) del 2001, scultura realizzata in tre esemplari e che tanto aveva fatto discutere, nel 2012, durante la retrospettiva Amen al Centro per l’Arte contemporanea del Castello di Ujazdowsk, in Polonia, durante la quale fu collocata nel cuore del Ghetto di Varsavia. Il risultato, maturato durante l’asta Bound to Fail,  sembra riaccendere così il mercato di Cattelan dopo un periodo di difficoltà seguito alla sua decisione di ritirarsi dall’attività artistica e che ha visto le sue quotazioni crollare drasticamente: dal 2002 ad oggi, stando ai dati di artprice.com, il suo indice dei prezzi ha perso addirittura l’86%. Un trend negativo che pare essersi interrotto e, guarda caso, proprio nel momento in cui l’Enfant terrible dell’arte italiana annuncia il suo ritorno sulla scena. E questo immediato rinnovato interesse nei confronti dell’opera di quello che è ancora oggi uno degli artisti italiani più conosciuti al mondo pare confermato, peraltro, anche dall’ottima performance delle scultura Mini-me, venduta da Phillips lo stesso giorno per 749.000 $, circa il doppio di quanto ottenuto dagli altri esemplari della stessa serie (10 in tutto) passati in aste negli ultimi anni. Il precedente record di Cattelan risaliva al 2010 quando da Sotheby’s una delle tre versioni della sua scultura Untitled (2001), che lo rappresenta in formato reale mentre emerge da un pavimento, fu aggiudicata a circa 8 milioni di dollari.

Paola Pivi, Untitled (Donkey), 2003

Paola Pivi, Untitled (Donkey), 2003

Oltre al record di Cattelan, sempre ieri a New York è stato registrato il nuovo primato in asta di Paola Pivi (n. 1971) presente nel catalogo di Bound to Fail con l’opera Untitled (Donkey) che, partendo da una stima di 60-80.000 $, è stata aggiudicata per 227.000 $. Il precedente record dell’artista italiana era di 121.786 $ e risaliva al marzo dello scorso anno quando a questa cifra fu aggiudicata da Sotheby’s a Londra la sua scultura Untitled (Pearls) del 2003. Un risultato, quello realizzato ieri da Christie’s, che conferma la costante ascesa di Paola Pivi, artista sempre più stimata a livello mondiale e che da tempo vive e lavora tra Anchorage (Alaska) e New Delhi (India). Paola Pivi si è imposta, infatti, rapidamente sulla scena internazionale fin dalle prime mostre grazie ad opere di grande impatto, a volte strabilianti nella loro semplicità. Leone d’oro alla Biennale di Venezia  a soli 28 anni nel 1999, Pivi ha partecipato alla Biennale di Venezia per la seconda volta nel 2003, a Manifesta nel 2004 e nel 2014 e alla Biennale di Berlino nel 2008. Ha esposto presso importanti musei e gallerie, fra cui il P.S.1 MoMA a New York, il MACRO di Roma, la Kunsthalle Basel di Basilea, il Portikus e la Schirn Kunsthalle di Francoforte, Palazzo Grassi a Venezia, la Tate Modern a Londra, il Public Art Fund di New York. Le sue opere sono presenti in prestigiose collezioni permanenti fra cui quella del Guggenheim Museum di New York, del Centre Pompidou a Parigi, della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e del Castello di Rivoli a Torino, e del MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo a Roma. Paola Pivi è rappresentata dalla Galleria Massimo de Carlo (Milano / Londra) e dalla Galerie Emmanuel Perrotin di Parigi.

1 Commento

  • armellin ha detto:

    Continuo a sostenere che le opere di C. davanti alle mie sono come un colpo di tosse davanti ad un tuono…SA

I commenti sono chiusi