Hans Haacke: Natura e Protesta

di

Oggi visitiamo la mostra “Hans Haacke: All Connected”, la retrospettiva attualmente in corso (fino al 26 gennaio 2020) al New Museum di New York, curata da Gary Carrion-Murayari e Massimiliano Gioni, dedicata al grande artista concettuale Hans Haacke che giunge a 33 anni dalla precedente.

Leggi Tutto

Diario Newyorkese #8: Summer in Chelsea

di

L’estate è arrivata a New York con modalità meno estreme di quelle che hanno imperversato in Italia, a quanto so. L’attività delle gallerie d’arte di Manhattan in ogni caso non si ferma, anche se molte di esse offrono semplici Summer exhibitions, collettive di artisti storicizzati o viventi facenti parte del loro roster.

Leggi Tutto

Diario newyorkese #7: la Dia Art Foundation

di

La mèta di oggi è Beacon, una cittadina raggiungibile comodamente da New York in un’ora e mezzo di treno con un bellissimo tragitto panoramico. Qui troviamo uno degli spazi museali della Dia Art Foundation, organizzazione nonprofit che supporta la creazione di opere, in particolare di grandi progetti site-specific, che non potrebbero altrimenti essere realizzati.

Leggi Tutto

L’affaire Manzo (diamo a Cesare quel che è di Cesare)

di

Apprendo qui negli Stati Uniti, tramite un’amica, della condanna da parte del Tribunale di Pescara del gallerista Cesare Manzo. Ognuno è artefice del proprio destino, e questo non vuole essere assolutamente un articolo in sua difesa, solo una riflessione a caldo su una vicenda che ha coinvolto una persona con cui in passato ho avuto un rapporto che potrei definire d’amicizia.

Leggi Tutto

Ma quanto è brutta la Biennale del Whitney Museum

di

Lo scorso 17 maggio si è inaugurata a New York la nuova edizione della Biennale del Whitney Museum. Duole dirlo, ma questa è una delle mostre più brutte che io abbia mai visitato. Un trionfo della Bruttezza spesso rivestita di intenti filosofici o politici che rimarrebbero totalmente nascosti, non ci fossero le puntuali schede che affiancano l’opera

Leggi Tutto