Segnali d’Arte

Diamo voce ai veri protagonisti dell’arte italiana del XXI secolo: gli artisti

    Ritratto dell'artista Andrea Martinucci, courtesy l'artista

    Andrea Martinucci: quando immaginario digitale e pittura si incontrano

    di

    Dopo la recente partecipazione alla mostra Endless Backup a cura dello spazio indipendente Ultrastudio e inserito nell’ambito di Outer Space – FuturDome a cura di Ginevra Bria con la direzione artistica di Atto Belloli Ardessi, il giovane artista romano Andrea Martinucci si racconta a Collezione da Tiffany per la rubrica mensile “Segnali d’Arte” dedicata ai talenti emergenti italiani.

    Leggi Tutto
    Luca Grechi fotografato da Sebastiano Luciano.

    Arte emergente: la pittura In-Finita di Luca Grechi

    di

    Giovane pittore di origini grossetane, ma da tempo residente a Roma, Luca Grechi è autore di una pittura delicata, in cui la lezione della tradizione pittorica italiana è ben presente e fa i conti con una contemporaneità spesso superficiale, contrapponendogli il “gusto” di un fare lento, riflessivo, che spinge l’osservatore a guardare in profondità la creatività del mondo, la bellezza nascosta della natura e le trasformazioni sociali che ci circondano.

    Leggi Tutto

    Attraverso il giardino: Alessandro Roma

    di

    In vista del suo solo show ad Art Brussels, abbiamo incontrato Alessandro Roma (n. 1977) per una chiacchierata sulla suo lavoro e le sue continue sperimentazioni con cui esplora i limiti della tradizione pittorica e porta avanti una riflessione molto personale sulla natura stessa della percezione e sulla comprensione del reale.

    Leggi Tutto

    Fotografia: l’anomalia letteraria di Euro Rotelli

    di

    Per lui la fotografia è “puro piacere in tutte le sue forme”. Sto parlando di Euro Rotelli, una delle personalità più particolari della scena fotografia italiana il cui linguaggio nasce da un approccio all’arte fotografica decisamente coerente e solido che lungo la sua carriera ha dato vita ad un lavoro fotografico affascinante e di rara intimità.

    Leggi Tutto
    Donatella Izzo, Malachite (particolare), 2011 (dalla serie: Forse così non mi si vede)

    Fotografia: le visioni intime di Donatella Izzo

    di

    Donatella Izzo (n. 1979) è l’artista emergente che Collezione da Tiffany ha scelto per il numero di gennaio di Segnali d’Arte. Autrice di fotografie di rara intensità, la sua opera è costantemente attraversata da una tensione intima che, partendo da elementi eminentemente autobiografici, investe chi guarda con incredibile forza.

    Leggi Tutto
    Federico Pacini, Purtroppo ti amo #1, 2013

    Fotolibri: ‘Purtroppo ti amo’ di Federico Pacini

    di

    Segnalato al merito, per il miglior fotolibro dell’anno, al prestigioso Premio Hemingway, “Purtroppo ti amo ” è l’ultima fatica del giova fotografo Federico Pacini (n. 1977). Un fotolibro lirico e politico che ci spinge a riflettere su temi come l’appartenenza, l’identità e il far parte di una comunità che si legano alla natura relazionale dell’essere umano.

    Leggi Tutto

    Francesco De Prezzo: Null Paintings

    di

    Dopo la partecipazione, lo scorso anno, alla collettiva Aequilibrium, Francesco De Prezzo (n. 1994) torna alla Loom Gallery di Milano dove, il 22 settembre prossimo, inaugurerà la sua prima personale in galleria: Null Paintings. In vista di questo appuntamento lo abbiamo incontrato nel suo studio per conoscere meglio il suo lavoro che riflette sulla possibilità di rappresentazione della pittura, sul suo tempo di esecuzione e sulla rapida perdita del lavoro eseguito

    Leggi Tutto
    Emmanuele De Ruvo, Hypermnetic British Cafe, 2010. Courtesy: Montoro12 Contemporary Art

    Gli equilibri “precari” di Emmanuele De Ruvo

    di

    Lastre di vetro, piani di ardesia, binari in marmo, magneti, esili fogli di carta da cui pendono pesanti macchine da scrivere, complesse strutture in equilibrio precario e forze contrapposte che si annullano sono gli elementi con cui Emmanuele De Ruvo (n. 1983) dà vita ad una vera e propria estetica del bilanciamento perfetto, intesa come metafora della vita, sia di quella organica che di quella psicologica.

    Leggi Tutto
    Massimo Gasperini

    In viaggio nelle Città analog(ic)he di Massimo Gasperini

    di

    In vista della sua prima personale nei panni d’artista, abbiamo intervistato l’architetto Massimo Gasperini che ci parla della sue Città analog(ic)che con cui traccia un percorso verso la ricerca di un nuovo rapporto tra artificio, struttura e natura. Connessioni e concatenazioni architettoniche, forme e geometrie, disegni come prefigurazione di spazio reale, quello che viene prima della materia.

    Leggi Tutto
    Michael Rotondi è nato a Bari nel 1977 e oggi vive e lavora a Milano

    L’arte di Michael Rotondi: tra musica e memoria

    di

    Una fede incrollabile nell’arte che, per lui, è prima di tutto “bene comune, sociale e pubblico” e che non deve omologarsi per compiacere il mercato. Michael Rotondi (n. 1977) è l’artista del mese di Collezione da Tiffany. In questa intervista ci parla dei suoi ultimi lavori, dei suoi progetti “collettivi” e di come vede le nuove generazioni.

    Leggi Tutto
    Nazzarena Poli Maramotti nel suo studio di Norimberga dove, attualmente, vive e lavora.

    La pittura “mobile” di Nazzarena Poli Maramotti

    di

    La sua ultima personale si è chiusa il 21 novembre scorso ed è stata un importante momento di verifica della sua ricerca artistica. Stiamo parlando di Nazzarena Poli Maramotti, giovane pittrice emiliana il cui lavoro si caratterizza per l’elegante naturalezza con cui coniuga cultura e innovazione reinterpretando le suggestioni del passato.

    Leggi Tutto
    Lapo Simeoni, Mind the Gap, 2010

    Lapo Simeoni: l’arte come attivismo

    di

    In mostra a Narni con Things Left Unsaid, Lapo Simeoni si definisce un artista/attivista e attraverso il suo lavoro ci pone molte domande sul senso dell’arte su temi globali come gli effetti del consumismo globalizzato, le trasformazioni e i conflitti sociali, i simboli e gli stereotipi della contemporaneità. L’abbiamo incontrato per farci raccontare il suo lavoro e conoscere la sua visione dell’arte e del ruolo dell’artista oggi.

    Leggi Tutto
    Ritratto di Michelangelo Consani con forno solare

    L’arte in prima linea di Michelangelo Consani

    di

    Livornese, classe 1971, Michelangelo Consani è l’artista del mese di Collezione da Tiffany. In questa intervista ci racconta la sua ricerca artistica che parte da uno sguardo critico sulla società contemporanea e che dà vita ad un lavoro estremamente delicato, che rifiuta le spettacolarizzazioni a favore della riflessione intima.

    Leggi Tutto
    Graziano Meneghin in Piccoli assoli per macchina da cucire a struttura quadrettata, 2013. Photo: Gaia Ceresi

    L’estasi della sconfitta: incontro con Graziano Meneghin

    di

    Graziano Meneghin lavora sul limite, e su qualcosa che sia in qualche maniera irraggiungibile. Centrale, nella sua ricerca artistica è il portare avanti delle cose che portano a un’inevitabile sconfitta. Che è un po’ un’allegoria della nostra vita. Lo abbiamo incontrato a Padova dopo aver vinto, con Jacopo Trabona, PIAZZA+, progetto transdisciplinare dedicato alla rigenerazione di uno spazio pubblico: la Piazza Gasparotto della città veneta.

    Leggi Tutto
    Marco Maria Zanin, Autoritratto, 2012. 20x30 cm. Stampa fine art su carta cotone

    Marco Maria Zanin: San Paolo-Padova andata e ritorno

    di

    Una vita passata tra Padova e San Paolo in Brasile, per raccontare i valori della terra e dell’identità. Marco Maria Zanin racconta a Collezione da Tiffany la sua ricerca fotografica in vista della mostra Demonumento, che aprirà l’11 giugno all’Ambasciata brasiliana a Roma, in cui racconta l’emigrazione veneta in Brasile a 150 anni dalla partenza della prima nave.

    Leggi Tutto

    Scolpire lo Spazio: intervista a Elia Cantori

    di

    Materia e energia sono due degli ingredienti base con cui Elia Cantori (n. 1984) ci fa vivere l’esperienza fisica ed emozionale dello spazio, spinto da un grande interesse per il modo in cui il cosmo influenza e determina i nostri movimenti e le nostre attitudini. Ma ecco cosa ci ha detto del suo lavoro in questa intervista.

    Leggi Tutto

    Talenti Emergenti: Pietro Manzo

    di

    C’è un’Italia dell’arte e del bello, l’Italia amata dal turismo internazionale e dal cinema d’autore. C’è, poi, un’Italia interrotta, fatta di luoghi abbandonati, di progetti partiti e mai realizzati. E’ in questi luoghi che potete incontrare Pietro Manzo, giovane artista di origini salernitane, intento a collezionare impressioni, memorie, tracce…

    Leggi Tutto
    Lo studio di Teresa Maresca con alcuni dei lavori del suo nuovo ciclo pittorico "Song of myself"

    “Song of Myself”: incontro con Teresa Maresca

    di

    Notoriamente non sono amante della figurazione affermatasi negli anni Ottanta — Transavanguardia, Neue Wilden… — cui Teresa in parte si ricollega, ma le immagini lunari, oniriche, misteriose di foreste americane in cui si aggirano uomini ridotti a ombre che vengono come assorbite dalla natura, mi hanno catturato. Si tratta del suo nuovo ciclo pittorico, dal titolo whitmaniano Song of myself. Ne abbiamo parlato in questa intervista.

    Leggi Tutto