Carta albuminata

Tecnica inventata nel 1850 da Blanquart-Evrard. Un foglio di carta del tipo da disegno veniva coperto da uno strato di albumina contenente del sale e sensibilizzato agitandolo leggermente in soluzione di nitrato d’argento; la stampa avveniva per annerimento diretto. L’immagine di solito veniva sottoposta ad un viraggio all’oro e poi fissata.

« Torna al Glossario