Gruppo C.O.B.R.A

La sigla è formata dalle prime lettere di COpenaghen, BRuxelles e Amsterdam, capitali dei paesi da dove provengono gli artisti tra cui possiamo anneverare: il danese Asger Jorn, gli olandesi Karel Appel, Constant e Cornelis Guillame Beverloo detto Corneille, ed i poeti surrealisti belgi C. Dotremont e J. Noiret. In seguito si uniranno i pittori Pierre Alechinsky, Pol Bury, Ejler Bille, Jean Michel Atlan, Robert Jacobsen, Karl Otto Götz, Mortensen, Carl Henning Pedersen, Kay Nielsen, Henry Heerup e Joergensen.
Movimento fondato a Parigi nel novembre del 1948 da un gruppo di artisti dell’Europa del Nord in reazione all’Astrazione geometrica e al Realismo socialista. La loro fu un’arte provocatoria che rivendicava il diritto all’edonistico al gesto creaitivo espresso in un neoespressionismo materico.
Il gruppo Cobra deve le proprie radici nella vivace arte popolare nordica e nella fusione di alcuni elementi tratti dalle tendenza dell’arte contemporanea a cavallo tra il 1948 e il 1950. Il gruppo Cobra faceva ricorso al sogno, al testo poetico e letterario (automatismo psichico), alla suggesti vità surrealista, al colore espressionista e alla tecnica dell’Art Brut di Dubuffet. Alla fine del 1950 il gruppo si sciolse.

« Torna al Glossario