Stampa al Platino

Processo di stampa utilizzato per il bianco e nero che impiega una carta sensibilizzata con sali di platino e ossalato ferrico. Quest’ultimo, modificandosi in ferroso per esposizione alla luce, fa sì che i sali di platino si trasformino in platino, metallo ben più stabile dell’argento. E’ una carta a un unico strato e si stampa per annerimento diretto. Fu messa sul mercato dalla Platinotype Company di Londra, essendo però molto costosa decadde durante la Prima Guerra Mondiale venendo sostituita dalla più economica Carta al Palladio, che sfrutta esattamente lo stesso procedimento ma con i sali di palladio

« Torna al Glossario