Stampa Cibacrome

La stampa Cibachrome (o  Ilfochrome, o R-print), messa a punto nel 1963, s’impone a partire dal 1980. E’ di fatto, il primo procedimento a colori industriale a fornire immagini capaci di competere in durata con il bianco e nero. Si tratta di un processo di stampa positivo-positivo, ossia dalla pellicola alla carta. Si basa sulla distruzioni selettiva dei coloranti JMC distribuiti in tre strati in cui sono presenti anche sali d’argento. Supporto di poliestere e polietilene. L’immagine finale è di coloranti azoici, prodotti sintetici, che sono stabili; il problema è la stabilità meccanica del medium che si divide in bande.

« Torna al Glossario