Its dark materials: incontri e confronti sull’arte contemporanea

Piero Fogliati, Fleximofono, 2002. Complesso meccanico a molle in acciaio, ferro, 245 x 35,5 x 35,5. Courtesy: Osart Gallery. Vista dell'installazione nell'Ex dipartimento di Economia dell'Univeristà di Verona.

Al via il ciclo di incontri settimanali “Its dark materials” (15/04-26/05), rassegna dedicata ai molti lati oscuri dell’arte contemporanea, a partire dalla sua indeterminatezza rispetto ai canoni di classificazione, conservazione e interpretazione adottati tradizionalmente dalla storia e dalla critica d’arte, nonché dalla museologia e dalle scienze del restauro.

“Its dark materials” è promosso da Contemporanea, la piattaforma multidisciplinare dell’Università di Verona sui linguaggi della contemporaneità sviluppata a partire dalla mostra di giovani artiste e artisti Contemporanee/Contemporanei esposta al Polo didattico Santa Marta e in altri spazi dell’Ateneo veronese.

Il ciclo prevede sette incontri, a cura di Monica Molteni, docente di Storia delle tecniche artistiche e del restauro, e Luca Bochicchio, direttore del Muda di Albissola Marina e assegnista di ricerca di Storia dell’arte contemporanea, entrambi del dipartimento di Culture e civiltà dell’Università di Verona.

Il focus di questi incontri è orientato sulle problematiche conservative, diagnostiche e fruitive di opere d’arte e architettura contemporanee, dagli anni Trenta del Novecento a oggi. Ospiti della rassegna saranno alcuni tra i più importanti studiosi italiani, impegnati nella ricerca a livello internazionale.

La partecipazione è aperta al pubblico, a studenti e studiosi, nella prospettiva di alimentare un dibattito trasversale sugli argomenti trattati.
 
Tutti gli incontri si terranno alle 17.30 in modalità webinar al link: https://univr.zoom.us/s/86123556439 e live sul canale Facebook Contemporanea

 

Il programma

15 aprile, 17:30 – 19:00
Letizia Monico (CNR – Istituto di Scienze e Tecnologie Chimiche “Giulio Natta”, Perugia)
I GIALLI DI VAN GOGH E MUNCH: CONOSCERE PER CONSERVARE
Antonio Sgamellotti (Accademia dei Lincei, Roma)
SCIENZA E ARTE CONTEMPORANEA: QUALE RAPPORTO?
 
22 aprile, 17:30 – 19:00
Andrea Canziani (Ministero della Cultura, SABAP Genova)
IL DIFFICILE GIOCO: ARTE E ARCHITETTURE CONTEMPORANEE TRA FRUIZIONE E CONSERVAZIONE
 
29 aprile, 17:30 – 19:00
Luca Bochicchio (MuDA Casa Museo Jorn, Albissola – Università degli Studi, Verona)
ARTE NON È SCIENZA: UNO STUDIO SULLE TECNICHE NUCLEARI DI ENRICO BAJ
 
6 maggio, 17:30 – 19:00
Shirin Afra e Chiara Gabbriellini (Opificio delle Pietre Dure, Firenze)
IL MONUMENTO AI CADUTI DI TUTTE LE GUERRE DI LEONCILLO LEONARDI AD ALBISSOLA: CONSIDERAZIONI SULL’IMPIEGO DELLA CERAMICA E DEL CEMENTO NELL’ARTE PUBBLICA CONTEMPORANEA
 
13 maggio, 17:30 – 19:00
Patrizia Moretti (Università Professionale della Svizzera Italiana – SUPSI, Mendrisio)
L’OPERA MURALISTA DI GINO SEVERINI IN SVIZZERA: UNO STUDIO CONOSCITIVO
 
20 maggio, 17:30 – 19:00
Andrea Toniutti e Giulia Passerini (Accademia di Belle Arti, Verona), Luca Bochicchio e Silvia Concari (Università degli Studi di Verona)
LA MOSTRA CONTEMPORANEE/CONTEMPORANEI IN SANTA MARTA A VERONA: CONSERVAZIONE E MEDIAZIONE
 
27 maggio, 17:30 – 19:00
Francesco Tedeschi (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)
ARTE POVERA: CONSERVAZIONE E RIPROPOSIZIONE DI ALLESTIMENTI E INSTALLAZIONI