Mercato 2015: occhi puntati sull’America Latina

Se su Europa e Stati Uniti il barometro del mercato segna cieli parzialmente nuvolosi, anche sulle altre piazze dell’arte le previsioni per il 2015 non sono esaltanti e la grande bolla dell’arte contemporanea sembra vacillare un po’. Un vacillamento che, come potevamo aspettarci, riguarderà principalmente il mercato primario e i segmenti medio-bassi dell’offerta, ma che porterà ad un 2015 all’insegna più della stabilità che della crescita. Solo per l’America Latina e la Cina, infatti, gli esperti, intervistati dagli analisti di ArtTactic per il consueto report di inizio anno, prevedono un 2015 in crescita che per il colosso asiatico arriva, però, dopo un 2014 che si è chiuso con calo medio (mainland / Hong Kong) del -12.5%. Diverso lo scenario sudamericano che, tra i collezionisti, è considerato il più interessante al mondo dopo quello europeo e statunitense.

Le previsioni 2015 per l'andamento del mercato dell'arte moderna e contemporanea nel mondo

Le previsioni 2015 per l’andamento del mercato dell’arte moderna e contemporanea nel mondo

Chi sale e chi scende

 

Come visto nell’articolo di martedì scorso, le previsioni per il mercato europeo e statunitense sono di cieli parzialmente nuvolosi, con un primo semestre molto incerto sulle possibilità di crescita. Speculazione e rallentamento economico (specie per l’area euro) sono i principali timori degli specialisti, la cui fiducia nel mercato cala del 19% rispetto al 2014. Incerto anche il futuro del mercato cinese: dopo un 2014 non felicissimo in termini di vendite, gli esperti sospendono il proprio giudizio anche se, in linea di massima, suggeriscono che il 2015 potrebbe segnare una ripartenza del colosso asiatico, anche se molto moderata. Situazione simile anche per il sub-continente indiano. Il mercato dell’arte moderna e contemporanea in India si è ripreso solo in parte dal collasso del 2008/2009, ma le previsioni degli esperti tendono al positivo con un 40-50% convinto di una sua crescita coadiuvata anche da un bassissimo tasso di speculazione.

 

L'andamento delle aste di arte moderna e contemporanea in Cina. Fonte: ArtTactic

L’andamento delle aste di arte moderna e contemporanea in Cina. Fonte: ArtTactic

Grande attenzione, invece, per il mercato dell’arte nell’America Latina che, dopo un buon 2014 e la crescente attenzione del collezionismo internazionale per l’arte contemporanea proveniente da quest’area, vede gli esperti prevedere un 2015 di sicuro segno positivo. E per i collezionisti intervistati da ArtTactic il mercato dell’America Latina sarà, in quest’anno, il secondo più interessante da seguire dopo quello europeo e statunitense.

L'andamento dei prezzi medi nelle principali aste di arte moderna e contemporanea che si tengono in America Latina.

L’andamento dei prezzi medi nelle principali aste di arte moderna e contemporanea che si tengono in America Latina. Fonte: ArtTactic

Rischia il collasso, invece, il mercato dell’arte del Medio Oriente e questo a causa del rallentamento economico – dovuto, in primo luogo, al calo del prezzo del petrolio – e dell’incertezza geopolitica dell’intera area. Qualcosa potrebbe cambiare, però, con l’apertura a dicembre 2015 del Louvre Abu Dhabi e con il progetto per la nuova sede del Guggenheim che dovrebbe aprire nel 2017. Per far ripartire quest’area, però, occorrerebbe anche un maggior impegno da parte delle principali case d’aste mentre, ad oggi, solo Christie’s vi è realmente attiva. Anche per il continente africano, infine, il 2015 non sarà un anno speciale, frenato da un alto timore per la speculazione e la manipolazione del mercato dell’arte. Timore in parte bilanciato dalla crescita della ricchezza che sta facendo aumentare comunque la domanda di arte, in particolare in Nigeria e in Sud Africa, le due economie più forti del continente che, da sole, “ospitano” oltre la metà dei miliardari africani.

 

Cosa spaventa il mercato

 

Infine, vediamo quali sono, secondo le rilevazioni fatte da ArtTactic i fattori che mettono più a rischio la tenuta del mercato globale dell’arte moderna e contemporanea:

  1. Incertezza economica
  2. Incertezza politica
  3. Speculazione
  4. Tasse e regolamenti
  5. Cambiamenti di gusto tra i super ricchi
  6. Calo del mercato delle aste
  7. Gli scandali del mercato che minano la fiducia
  8. Falsi e truffe