Se Modigliani non teme la Brexit

Un momento della vendita della Jeanne Hébuterne (au foulard) di Amedeo Modigliani nella evening sale di Impressionist & Modern Art da Sotheby's (21 giugno 2016)
Un momento della vendita della Jeanne Hébuterne (au foulard) di Amedeo Modigliani nella evening sale di Impressionist & Modern Art da Sotheby's (21 giugno 2016)

Mentre 46.5 milioni di britannici si stanno recando alle urne per il tanto temuto referendum sulla Brexit, il mercato dell’arte londinese tentenna per un attimo. E dopo l’ottimo risultato di martedì scorso da Sotheby’s, con l’asta di Impressionist & Modern Art che ha totalizzato la bellezza di 103.280.000 di sterline con 27 lotti contro un’aspettativa pre-asta di 81.8 – 98.9 milioni, la vendita di ieri da Christie’s è apparsa un po’ sotto tono, con un totale di 25.6 milioni molto lontano dalle previsioni: 32.8-48.7 milioni di sterline. Un risultato su cui, certamente, ha pesato in parte anche il fantasma del referendum i cui effetti, se ci saranno, andranno valutati però nella seconda metà dell’anno. Ma una cosa è certa, questo “fantasma” non sembra toccare minimamente il mercato del nostro Amedeo Modigliani, protagonista di entrambe le evening sale londinesi e che ieri sera ha visto il suo ritratto di Madame Hanka Zborowska (1917) conteso tra vari collezionisti provenienti da Asia, Stati Uniti e Italia e aggiudicato per 7.3 milioni di sterline di hammer price (8.3 milioni £ con i diritti), superando così la stima massima di 7.

Il ritratto di Madame Hanka Zborowska a firma di Amedeo Modigliano viene battuto da Christie's durante la evening sale di Impressionist & Modern Art che si è tenuta ieri sera a Londra (22 giugno)

Il ritratto di Madame Hanka Zborowska a firma di Amedeo Modigliano viene battuto da Christie’s durante la evening sale di Impressionist & Modern Art che si è tenuta ieri sera a Londra (22 giugno)

Mentre giusto la sera prima, da Sotheby’s, lo splendido ritratto di Jeanne Hébuterne (au foulard) del 1919 – presentato in catalogo con una stima di 28 milioni  – aveva raggiunto la cifra di 38.5 milioni di sterline, divenendo il secondo dipinto più caro venduto negli ultimi 5 anni a Londra, ma soprattutto stabilendo il nuovo record d’asta per un ritratto di Modigliani. E pensare che il precedente proprietario l’aveva acquistato nel 1986 per poco più di 1.9 milioni di sterline.  (Leggi -> La Jeanne Hébuterne (au foulard) di Modigliani in asta da Sotheby’s)

Due risultati importanti, quelli realizzati questa settimana dalle opere di Modigliani in asta a Londra, e che confermano l’ottimo andamento del suo mercato. Dal 2000 al maggio di quest’anno, infatti, il suo indice dei prezzi è cresciuto del 102% e 100 euro investiti nel 2000 in un suo lavoro oggi ne valgono più del doppio. Dato reso ancora più confortante dal fatto che nonostante l’aumento del numero dei lotti a suo nome nei cataloghi delle varie case d’asta, il tasso di invenduto sta calando. Dal 2014, inoltre, il prezzo medio di aggiudicazione è costante ascesa e dopo i primi 6 mesi del 2016 si attesta sui 6.9 milioni di euro.