#ArtBrunch – Toscana: itinerario nella Maremma contemporanea

La primavera è iniziata e, complice il calendario, tra aprile e maggio le occasioni per una gita non mancano. Ho pensato, quindi, di proporvi un itinerario in Toscana che, proprio in questi giorni, stavo pianificando per la mia famiglia. Un viaggio alla scoperta dell’identità contemporanea di questa regione e adatto a grandi e piccini.

 

Maremma: tra Arcani e sculture sonore

 

Capalbio è l’ultimo paese della Maremma Toscana, pochi passi e si entra nel Lazio. Qui, in primavera, ai colori dei fiori si aggiungono quelli delle meravigliose ali della Ninfa del Corbezzolo, una delle farfalle più belle che esistano in Italia. Lasciatevi incantare dal suo volo leggero che vi porterà tra le mura di questo paese stupendo, tra affreschi del Perugino e del Pituricchio. All’esterno, vestigia etrusche e romane fanno da cornice ad un ambiente rimasto intatto nei secoli e che stupisce per la sua capacità di aprirsi al contemporaneo. Qui, nel 1979, l’artista francese Niki De Saint Phalle ha iniziato la costruzione del suo Giardino dei Tarocchi, un luogo magico che incanterà tanto voi quanto i vostri figli: 22 sculture variopinte e alte dai 12 ai 15 metri, che rappresentano gli Arcani maggiori delle carte dei Tarocchi e che vi guideranno in un percorso esoterico tra le colline boscose e la costa maremmana (info: www.nikidesaintphalle.com)

Il Giardino dei Tarocchi di Niki De Saint Phalle.

Il Giardino dei Tarocchi di Niki De Saint Phalle.

Da Capalbio, potete spostarvi verso Castiglione della Pescaia (1h e 30’ circa di macchina) dove si trova un altro parco d’arte: il Giardino Viaggio di Ritorno, realizzato dall’artista e bioarchitetto italiano Rodolfo Lacquaniti. Una passeggiata tra installazioni realizzate con materiali di recupero che si stagliano nell’ambiente naturale di particolare bellezza del Podere Il Leccio. (info: www.rodolfolacquaniti.com)

In alternativa, potete dirigervi verso Seggiano, ai piedi del Monte Amiata. Anche in questo caso ci vogliono un paio d’ore di macchina, ma quello che vi aspetta ripagherà a pieno la fatica. E’ in questo piccolo borgo, infatti, che a metà degli anni Novanta è approdato Daniel Spoerri, dando vita al progetto di un parco-museo di sculture e installazioni. Un percorso che si snoda tra prati e piccoli boschi, dove le opere di arte contemporanea quasi si mimetizzano nell’ambiente. Opere realizzate anche da altri amici dell’artista, come Meret Oppenheim, Jean Tinguely o Luigi Mainolfi. (info: www.danielspoerri.org)

Il Giardino di Daniel Spoerri

Il Giardino di Daniel Spoerri

Che abbiate scelto di andare a Castiglione della Pescaia o a Seggiano, in un’ora e mezzo di macchina potete raggiungere il Giardino dei Suoni di Paul Fuchs, nei pressi di Montieri: un parco di installazioni in continua evoluzione, in cui arte e natura dialogano di un rapporto di compenetrazione e armonia. Disseminate nell’ambiente incontaminato, le opere di Fuchs svettano, esili e leggerissime, a decine di metri dal suolo e, grazie all’azione del vento emettono suoni suggestivi accompagnati da movimenti fluttuanti nell’aria. (info: www.paulfuchs.com).

 

Con qualche giorno in più…

 

Se avete tempo, con una sosta intermedia tra Castiglione della Pescaia e Montieri, potete arricchire l’itinerario con una visita a Massa Marittima: la perla del medioevo in Maremma. Da non perdere la bella piazza su cui si affacciano i monumenti più importanti della cittadina: il Palazzo dei Podestà, il Palazzo Comunale, le Fonti dell’Abbondanza, la Torre del Candeliere, la magnifica Cattedrale di San Cerbone. Oltre all’area della Rocca e la bella chiesa gotica di Sant’Agostino.

Il borgo di Pitigliano al tramonto.

Il borgo di Pitigliano al tramonto.

Oppure, con una deviazione nel tragitto che da Capalbio vi porta a Seggiano, potete visitare tre affascinanti borghi storici arroccati su speroni di tufo: Pitigliano, dalle tipiche case che si confondono con la roccia sottostante, caratterizzato dal bel Palazzo Orsini e l’interessante ghetto ebraico; Sovana, borgo medievale molto suggestivo con l’importante Cattedrale romanica e le numerose necropoli etrusche; Sorano con le case scavate nel tufo dominato dalla massiccia mole della Fortezza Orsini.

 

 

© 2014 – 2015, Collezione da Tiffany. Tutti i diritti riservati.