Christian Fogarolli: “The Value of Absence” al Dr. Guislain Museum di Gand

The Value of Absence, site-specific installation, exhibition view at Museum dr. Guislain, Ghent, Belgium. Courtesy Museum dr. Guislain.

The Value of Absence è un progetto di ricerca che Christian Fogarolli ha avviato in collaborazione con il Museum Dr. Guislain di Gand e che ha portato alla realizzazione di un’installazione site-specific per gli spazi dell’istituzione belga presentata nel mese di ottobre.

Lo studio preliminare si impostava su una ricerca archivistica che Fogarolli ha realizzato nel mese di giugno vivendo all’interno dello Psychiatric Center Dr. Guislian, a stretto  contatto con i degenti in cura e con gli spazi dell’istituto. Il museo è situato infatti all’interno di una grande area dedicata alla cura mentale, costruita nel XIX secolo e che oggi, ampliata, accoglie circa 250 pazienti. Le ricerche si sono svolte nei depositi, negli archivi e nella biblioteca del museo. Qui ha potuto attingere ad opere di artisti contemporanei, collezioni bibliografiche, materiale medico di uso psichiatrico, storico, collezione di outsider art, arredi, strumentazione, materiale didattico e formativo per pazienti, materiale religioso, etnico.

Archive research, library and archive of Museum dr. Guislain. Courtesy Museum dr. Guislain.

Il rapporto tra normalità e anormalità è uno degli aspetti principali della ricerca artistica di Fogarolli. Esiste una separazione chiara e naturale tra questi due concetti o la distinzione è fatta dall’uomo. Dal 2012, il lavoro di Fogarolli è stato continuamente caratterizzato da una ricerca che crea relazioni e connessioni tra arte e cura della salute mentale. L’artista ha indagato sulle tracce di queste sinergie negli archivi delle ex istituzioni mentali e dei centri di ricerca medica di tutto il mondo. In alcuni casi, la ricerca e il lavoro artistico di Fogarolli derivano direttamente dalla relazione e dall’input con i pazienti.

In occasione del 40° anniversario della legge Basaglia – che ha avviato un radicale cambiamento degli ospedali psichiatrici dei servizi pubblici di salute mentale in Italia – Fogarolli ha svolto un’ampia attività di ricerca archivistica presso il centro di salute mentale di Gorizia, l’istituto dove Franco Basaglia (1924-1980) aveva dato avvio al suo lavoro rivoluzionario nel 1961, creando ed esportando una nuova metodologia e un approccio alla cura della salute mentale e al trattamento dei malati di mente.

. The Value of Absence, site-specific installation, exhibition view at Museum dr. Guislain, Ghent, Belgium. Courtesy Museum dr. Guislain.

Più di un secolo prima, il dottor Joseph Guislain (1797-1860) introdusse il cosiddetto “trattamento morale” dei malati di mente in Belgio. Guislain vide il disagio mentale da una nuova prospettiva umanistica. Le sinergie tra Italia e Belgio emergono anche dalle visite di Joseph Guislain verso l’Italia, dove ha visto gli aspetti positivi degli sviluppi italiani nel campo della salute mentale nelle città di Reggio Emilia, Torino, Genova, Venezia e Firenze, pur rilevando le criticità, i problemi e le carenze delle strutture organizzative.

L’installazione “The Value of Absence” di Fogarolli sottolinea il legame tra Franco Basaglia e Joseph Guislain, in relazione ai loro paesi di origine. Questo intervento unico, realizzato appositamente per la collezione del Museo, è basato sul rapporto tra Italia e Belgio in relazione ai due studiosi, sullo studio e sull’indagine dei luoghi visitati dallo stesso Guislain e sulla sua ricerca e contributo dagli archivi belgi.

The Value of Absence, site-specific installation, exhibition view at Museum dr. Guislain, Ghent, Belgium. Courtesy Museum dr. Guislain.

L’installazione è stata presentata l’11 ottobre nella mostra “Unhinged. On Jitterbugs, Melancholics and Mad-Doctors” in cui sono presenti artisti contemporanei, ricercatori, scienziati, sperimentatori e registi come: Roger Ballen, Christian Boltanski, Claude Cahun, Paul Regnard, Guerrilla Girls, Jean Dubuffet, Max Ernst, David Horvitz, Viviane Joakim, Santiago Ramòn y Cajal, Gianbattista della Porta, Albrech Dürer, Alain Platel.

Ultimi Post di