21st Century Evening da 219 milioni e “guanti bianchi” per Christie’s

Ormai il mercato sembra averci preso gusto e archivia una nuova asta White Glove – un tempo rarissime – con la 21st Century Evening di Christie’s che ieri ha inaugurato la serie delle aste di 20th/21st Century Art con un totale di 219.278.750 $, superando del 114% le aspettative e vendendo il 100% dei lotti. Il tutto con offerenti provenienti da 27 paesi e 10 nuovi record d’asta per: Xinyi Cheng , Hilary Pecis , Nicholas Party , Issy Wood , Stanley Whitney , Peter Doig , Jacqueline Humphries , Barbara Kruger , Rashid Johnson e  Kenny Scharf.

Un successo realizzato in presenza, ma sostenuto dalle innovazioni digitali introdotte lo scorso anno durante il lockdown e che hanno dimostrato di poter rendere l’esperienza in sala d’asta ancor più coinvolgente e globale  grazie all’aggiunta di due grandi schermi a fianco del banditore, Gemma Sudlow, che tramettevano in tempo reale le offerte provenienti dalle sedi di Christie’s a Londra e Hong Kong.

A guidare l’asta, come c’era da aspettarsi, The Guilt of Gold Teeth di Jean-Michel Basquiat, tela monumentale del 1982 venduta per 40.000.000 $.

 

Jean-Michel Basquiat, The Guilt of Gold Teeth, 1982. Acrylic, spray paint and oilstick on canvas. 240 x 421.3 cm. Venduto per 40.000.000 $ durante la  21st Century Evening Sale del 9 novembre 2021 da Christie’s New York

Venduto, dopo cinque minuti e mezzo di offerte, anche l’altro Basquiat in catalogo, Flash in Naples, che ha raggiunto i 19.825.000 $. Mentre il secondo prezzo più alto della serata è stato realizzato da  Peter Doig con Swamped (1990), passata di mano per 39.862.500 dollari, realizzando il nuovo record d’asta dell’artista. 

Ma che l’asta di Christie’s sarebbe stata un successo lo si è visto fin dalle prime battute,  con Darling (2017) di Xinyi Cheng – al suo debutto in una grande casa d’aste – che ha superato la stima di 40.000 $ per raggiungere il prezzo di aggiudicazione di 300.000 $. E incredibile è stata la performance di Upstairs Interior di Hilary Pecis, lavoro del 2019 che partiva da una stima di 60-80.000 $ ed è stato venduto addirittura per 870.000 $, stabilendo il nuovo record per l’artista.

 

Peter Doig, Swamped, 1990. Oil on canvas. 197 x 241 cm. Venduto per 39.862.500 $ – nuovo record d’asta per l’artista – nella 21st Century Evening Sale del 9 novembre 2021 da Christie’s New York

Smokers (2021) di Dana Schutz e Landscape di Nicolas Party (2021) sono stati venduti, rispettivamente, per 1.830.000 $ e 3.270.000 $ (nuovo record per Party) al termine di una vera e propria battaglia di offerte. I due lavori, peraltro, erano stati creati appositamente dagli artisti per sostenere il New York City AIDS Memorial e la missione dell’organizzazione. 

Tra i lotti messi in asta per beneficienza, anche il Bruise Painting di Rashid Johnson Or Down You Fall del 2021, che ha raggiunto i 2.550.000 $, un record per l’artista e un totale ben al di sopra della sua stima di partenza: 650.000-800.000 $. I proventi di questa vendita andranno a beneficio di ClientEarth.

Come parte di IMAGE WORLD: Property from a Private American Collection , che celebrava gli artisti pionieri della Pictures Generation, le opere di Cindy Sherman , Barbara Kruger – che ha stabilito il suo nuovo record con l’opera Untitled (Your Manias Become Science) venduta per 1.170.000 $, Christopher Wool , Mark Grotjahn e altri hanno raggiunto un fatturato di 36.472.000 $.

 

Nicolas Party, Landscape, 2021. Pastel on linen. 109.2 x 91.4 cm. Venduto per 3.270.000 $ – nuovo record d’asta per l’artista – nella 21st Century Evening Sale del 9 novembre 2021 da Christie’s New York

Continua, poi, l’ascesa delle opere digitali vendute come NFT. Dopo EVERYDAYS: THE FIRST 5000 DAYS (2021) e il non-fungible token (NFT) ad esso associato, venduto per l’incredibile cifra di 69 milioni di dollari da Christie’s lo scorso marzo, Mike Winkelmann, meglio noto come Beeple, ha fatto di nuovo la storia

Dal creatore della prima opera d’arte NFT puramente digitale offerta da una grande casa d’aste, nella serata di ieri è stato offerto l’altrettanto sorprendente pezzo HUMAN ONE (2021), che è stato venduto a un offerente online per 28.985.000 $.

Ma anche gli altri lavori NFT in asta hanno avuto ottimi risultati. Chaos #73 Consumer , Chaos #74 Bliss e Chaos #75 Denominator di Urs Fischer , tutti del 2021, hanno raggiunto i 225.000 $, contro una stima di 80.000-120.000 $, mentre Arcadia (2021) di Arch Hades, Andrés Reisinger e RAC  è stato venduto per 525.000 $.

Beeple, HUMAN ONE, 2021. Kinetic video sculpture — four video screens (16k resolution), polished aluminum metal, mahogany wood frame, dual media servers; endless video with corresponding dynamic NFT. 220.1 x 121.9 x 121.9 cm. Venduto per 28.985.000 nella 21st Century Evening Sale del 9 novembre 2021 da Christie’s New York

Ricapitolando, questi i 10 nuovi record d’asta realizzati durante la 21st Century Evening Sale di Christie’s:

  • Peter Doig, Swamped, venduto per $39,862,500
  • Xinyi Cheng, Darling, venduto per $300,000
  • Hilary Pecis, Upstairs Interior, venduto per $870,000
  • Nicolas Party, Landscape, venduto per $3,270,000
  • Issy Wood, Over Armour, venduto per $468,750
  • Stanley Whitney, Untitled, venduto per $1,230,000
  • Jacqueline Humphries, Untitled, venduto per $687,500
  • Barbara Kruger, Untitled (Your Manias Become Science), venduto per $1,170,000
  • Rashid Johnson, Bruise Painting “Or Down You Fall”, venduto per $2,550,000
  • Kenny Scharf, Travel Time, venduto per $870,000

Le aste di 20th/21st Century di Christie’s continuano domani, giovedì 11 novembre 2021, con The Cox Collection: The Story of Impressionism che sarà seguita dalla  20th Century Evening Sale.