New York: l’evening sale di Sotheby’s totalizza 276.6 milioni $. Record per Hockney

Un momento della evening sale di Sotheby's a New York.
Un momento della evening sale di Sotheby's a New York.

Anche l’evening sale di Sotheby’s, battuta ieri sera a New York, ha superato il test di mercato totalizzando 276.560.750 $ (buyer’s premium incluso) e centrando ampiamente le aspettative per-asta: 208.550.000 – 302.350.000 $. Altissimi, ancora una volta, i tassi di vendita: 96.7% in valore e 93.8% in lotti. Solo 4 le opere rimaste invendute su un catalogo che ne presentava complessivamente 64. Due i record d’asta registrati in questa tornata: David Hockney, il cui Woldgate Woods, 24, 25 and 26 October 2006 (lotto 43) è stato aggiudicato per oltre 10.2 milioni di dollari, e Njideka Akunyili Crosby inserito al lotto 26 con l’opera Drown. Presentata con una stima di 200-300.000 $ la tela ha sentito il martello battere a 900.000 $.

LOTTO 43 - David Hockney WOLDGATE WOODS, 24, 25, AND 26 OCTOBER 2006. Courtesy: Sotheby's

LOTTO 43 – David Hockney, WOLDGATE WOODS, 24, 25, AND 26 OCTOBER 2006. Courtesy: Sotheby’s

Ottime le performance delle opere di Gerhard Richter e Willem de Kooning provenienti dalla Steven & Ann Ames Collection. Acquistata 25 anni fa da Sotheby’s New York, per 264.000$, la tela A B, Still del pittore tedesco, stanotte ha superato i 30 milioni di dollari di hammer price (stima: 20-30 milioni $) mentre il dipinto A B, St. James,l’unica grande tela orizzontale astratta realizzata da Gerhard Richter ancora in mani private, è andata oltre i 20 milioni (stima: 20-30 milioni). Mentre l’Untitled di Willem de Kooning del 1976-77, inserito al lotto 7 con una stima di 8-12 milioni, è stato battuto a oltre 9 milioni.

LOTTO 13 - Gerhard Richter, A B, STILL, 1986. Courtesy: Sotheby's

LOTTO 13 – Gerhard Richter, A B, STILL, 1986. Courtesy: Sotheby’s

Tra le altre aggiudicazioni degne di nota, quella del lotto di apertura della evening sale:  Untitled (French Grey Fan 10-90% Butterfly with Warm Grey 90% Between) di Mark Grotjahn che, valutato 600-800.000 $, è stato conteso da quattro collezionisti prima di venir aggiudicato per 1.550.000 $. Una performance incredibile seguita, immediatamente dopo, da quella per Untitled (Study for Gate) di Jim Hodges che, partendo da una stima sempre di 600-800.000 $, ha sentito il martello battere a 1.100.000 $.

LOTTO 1 - Mark Grotjahn UNTITLED (FRENCH GREY FAN 10-90% BUTTERFLY WITH WARM GREY 90% BETWEEN), 2006. Courtesy: Sotheby's

LOTTO 1 – Mark Grotjahn, UNTITLED (FRENCH GREY FAN 10-90% BUTTERFLY WITH WARM GREY 90% BETWEEN), 2006. Courtesy: Sotheby’s

E se performance ottime le hanno fatte registrare anche i lavori di Andy Warhol e di Jean-Michel Basquiat inseriti in catalogo. Molto bene si sono comportati anche i due italiani in asta con l’Untitled di Rudolf Stingel che, partendo da una stima di 2-3 milioni, ha raggiungo un hammer price di oltre 3.3 milioni di dollari. Mentre lo specchiante Turista che Mangia un Panino di Michelangelo Pistoletto, valutato 1-1.5, è stato aggiudicato per 1.3 milioni di dollari. Due aggiudicazioni che, assieme a quelle di Christie’s, sembrano confermare il grande interesse che anche sul mercato americano sta riscuotendo la nostra arte.

LOTTO 27 - Rudolf Stingel, UNTITLED, 2010. Courtesy: Sotheby's

LOTTO 27 – Rudolf Stingel, UNTITLED, 2010. Courtesy: Sotheby’s

Il tutto in una serata che ha visto attivi acquirenti provenienti da 38 paesi con una presenza crescente di collezionisti asiatici che, secondo i dati divulgati dalla casa d’aste al termine della vendita, questo novembre sarebbero stati dell’11% superiori rispetto alla stessa asta dello scorso anno.