Sul filo della memoria. Gli archivi d’artista si raccontano

Roma, Galleria d’Arte Moderna. Si apre con l’Archivio Galleria L’Attico di Fabio Sargentini, del quale parleranno insieme a Fabio Sargentini e Claudia Palma martedì 25 febbraio alle ore 18.00 il ciclo di incontri da titolo Sul filo della memoria. Gli archivi d’artista si raccontano, per conoscere da vicino gli archivi d’artista attraverso la voce di curatori, esperti e collezionisti.

Oggetto degli incontri, a cadenza mensile, saranno sia alcuni archivi custoditi dalla Galleria Nazionale sia archivi associati ad AitArt – Associazione Italiana Archivi d’Artista. Parlare di archivi significa aprire finestre su un mondo che, in maniera silenziosa – ma oggi sempre meno-, è presente in maniera vitale nelle nostre istituzioni e la cui conoscenza necessita di essere messa in luce per poter continuare ad alimentare un circolo virtuoso in grado di produrre nuova conoscenza.

L’occasione di questa rassegna nasce per presentare alcune di queste realtà al pubblico romano: si parlerà della loro storia, delle attività specifiche, dell’artista che tutelano e promuovono, preservandone la memoria.

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ha avviato da tempo un percorso di rilancio del patrimonio archivistico del museo, in linea con un interesse crescente sul percorso di salvaguardia e fruizione da parte del pubblico.

Con la direzione di Cristiana Collu, a partire dal 2016, è stato dato un nuovo impulso all’Archivio, avviando un processo di arricchimento attraverso le numerose acquisizioni, a cui ha fatto seguito un grande impegno di carattere scientifico e divulgativo.

L’implemento del patrimonio ha fatto da premessa alla relativa valorizzazione, che ha compreso l’importante lavoro di digitalizzazione e metadatazione, seguito dalla pubblicazione sul catalogo OPAC di un’imponente quantità di documenti.

In questo circuito, si inseriscono le iniziative mirate alla più ampia conoscenza di questo patrimonio, dagli incontri di approfondimento alle mostre mirate ad esporre questi materiali.

Ulteriore tassello, oltre alla valorizzazione, è la formazione. Da tre anni, la Galleria è associata ad AitArt – Associazione Italiana Archivi d’Artista, di cui è sede romana, in particolare per quanto riguarda il Corso per curatori d’archivio d’artista che organizza annualmente.

La terza edizione del corso si terrà nelle date 14,15 e 16 maggio 2020, sull’onda di un interesse crescente che si continua a riscontrare, non soltanto tra studiosi e appassionati, sulle questioni legate ai lasciti degli artisti e alla loro tutela, alla luce di un panorama culturale interessato da nuovi linguaggi che caratterizzano il contemporaneo.

 

Calendario prossimi incontri:

 

  • 31 marzo |  Fondazione Carlo Levi
  • 28 aprile |  Archivio Pippo Rizzo
  • 19 maggio |  Archivio Enrico Prampolini
  • 9 giugno | Centro Studi Mafai-Raphael

 

Info pubblico

 

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
viale delle Belle Arti, 131 – 00197 Roma
orari di apertura: dal martedì alla domenica 8.30 – 19.30
ultimo ingresso 18.45
T +39 06 3229 8221